24 febbraio 2020

Vittorio Veneto

Inaugurata la nuova piazza Meschio

Taglio del nastro e cori per un evento atteso da tempo

commenti |

commenti |

Inaugurata la nuova piazza Meschio

VITTORIO VENETO - “Abbiamo finito! Siamo riusciti a restituire una piazza rinnovata, bella, contemporanea”. Così il sindaco Roberto Tonon commenta l’inaugurazione di piazza Meschio, che si è tenuta questa mattina, domenica, alle 11. Taglio del nastro, preghiera, cori, e un centinaio di residenti che hanno voluto essere presenti all’apertura ufficiale di una piazza che, dal 2009, era un cantiere.

Tonon si è detto soddisfatto dell’impegno della giunta in questa questione: "Era agosto dello scorso anno - ricorda il primo cittadino - il Consiglio Comunale non senza dibattere, decideva di variare la propria programmazione delle opere pubbliche per concludere la riqualificazione di Piazza Meschio e riconsegnare finalmente la piazza alla città, ai cittadini, agli abitanti di Meschio che finalmente possono stringersi attorno alla loro chiesa. Realizzare opere da parte dei Comuni e di tutti i soggetti pubblici in questo paese è abbastanza complicato, devono essere rispettate procedure ed adempimenti che impegnano tempi piuttosto lunghi.
 Proprio per questo in passato si è tentato di attivare delle partnership con soggetti privati, teoricamente snelli ed efficienti nell’eseguire i lavori".

 

"
Da agosto 2017 però il Comune non ha perso tempo  - continua Tonon - e a ritmo battente ha affidato subito l’incarico all’ing. Dal Cin per sviluppare a livello esecutivo il progetto di piazza che, nel 2014, era stato approvato dalla Soprintendenza ed era stato oggetto di un permesso di Costruire.
 Ad ottobre la giunta comunale ha approvato il progetto esecutivo: si trattava di un' opera che complessivamente costava al Comune € 720.000 (lavori, iva, spese tecniche, eventuali imprevisti).
 Veniva quindi bandita una gara pubblica tra imprese e a gennaio 2018 i lavori di realizzazione della piazza venivano assegnati alla ditta Bellomo di Cordovado in provincia di Pordenone".

 

"Grande soddisfazione per un lavoro pubblico, realizzato in tempi accettabili, nel rispetto del progetto approvato e delle prescrizioni date da tutti gli Enti coinvolti, migliorando i servizi e sottoservizi dell’ambito - commenta ancora Tonon - Ci sono però altri due aspetti importanti: la presenza di una scultura contemporanea e l'albero di Natale. Ancor prima di finire abbiamo voluto arricchire la piazza comprendendola nell’itinerario di arte contemporanea che, con la curatela di Dimitri Ozerkov, direttore del Dipartimento XX e XXI dell’Eremitage di San Pietroburgo, abbiamo inaugurato il 4 novembre. Sono opera di Anna Hulacova, giovane artista di Praga, le due sculture alloggiate sul vano ascensore: “sleeping laborers”. Mentre l'albero di Natale arriva da Canale d'Agordo, territorio segnato dal maltempo di fine ottobre".

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×