23 gennaio 2020

Treviso

Guida completamente ubriaco, folle inseguimento: sperona l'auto della polizia e ferisce due agenti

Il 35enne è stato denunciato. Nei guai anche un camionista trovato con un tasso di 1,72 g/l

commenti |

commenti |

polizia stradale

TREVISO Accelerava improvvisamente e poi frenava di colpo, dopo ancora ripartiva ed andava a zig zag. Si tratta di un 35enne trevigiano completamente ubriaco, che per questo ha attirato l’attenzione di una pattuglia della polizia stradale che stava effettuando un servizio di controllo lungo la statale 13 a Treviso.

Gli agenti hanno intimato l’alt, ma lui ha continuato a correre con la sua auto in modo pericolosissimo, tanto che è stato richiesto l’intervento di altre pattuglie.

 

Ad un certo punto ha svoltato entrando in un’area di servizio azionando le quattro frecce e rallentando la corsa, ma quando le volanti si stavano per avvicinare lui ha ingranato la marcia ed è partito a tutta velocità, finendo addosso ad una fiancata di una delle due auto della polizia, causando il ferimento di due agenti, fortunatamente non in modo grave.

Una volta fermato è stato sottoposto ad alcoltest, che ha registrato un tasso di 2 g/l, quattro volte il limite consentito. L’uomo è risultato positivo anche al tampone salivare per aver fatto uso di sostanze stupefacenti prima di mettersi alla guida.

 

Il 35enne sarà denunciato per il reato di guida in stato di ebrezza, le cui sanzioni saranno raddoppiate per aver causato un incidente e ulteriormente aumentate di 1/3 per averlo fatto in ore notturne: rischia di arrivare a 16.000 euro di sanzione, la revoca della patente e l’arresto fino a 2 anni e 8 mesi. Inoltre lo stesso è stato denunciato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

 

Durante i controlli dei giorni scorsi la polizia stradale ha pizzicato cinque persone che avevano bevuto ed erano alla guida. Il servizio ha portato nel complesso al ritiro di 6 patenti di guida, alla decurtazione di centinaia punti ed alcune migliaia di euro di sanzioni amministrative.

 

Tra i pizzicati c’è anche un camionista 50enne trovato alla guida di un autotreno con un tasso di 1,72 g/l, quando il tasso per gli autisti professionali dovrebbe essere a zero.

Su otto conducenti sottoposti al controllo con precursore salivario immediatamente analizzato dall’apposito strumento per la rilevazione dell’assunzione di droga nei conducenti, quattro sono risultati positivi al tampone che ha riscontrato la presenza di sostanze del tipo cannabinoidi, anfetamine e cocaina.

 

Inoltre tre dei quattro conducenti sono risultati positivi anche all’alcoltest.

 

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×