02 giugno 2020

Conegliano

Guerra tra Veneto e Friuli sul glifosato

Se la DOCG Conegliano Valdobbiadene intende continuare a non usarlo, viceversa la Coldiretti di Pordenone sostiene non vi siano alternative al famigerato erbicida

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

Glifosato

CONEGLIANO – La notizia che l’agenzia per la protezione ambientale degli Stati Uniti (EPA) ha sdoganato il glifosato come “non cancerogeno” ha corroborato la posizione dei nostri cugini friulani visto che la Coldiretti di Pordenone ora sostiene che non vi sarebbero alternative al famigerato erbicida. In realtà (come avevamo già scritto) la notizia è datata ma improvvisamente nel Nordest sembra essere diventata un’autorevole informativa dell’ultim’ora nonostante l’Organizzazione mondiale della sanità continui a considerare questo prodotto pericoloso.

Va detto che nella Marca la posizione della DOCG Conegliano Valdobbiadene è stata quanto mai coerente come si legge da una nota recentissima: “È di questi giorni la notizia che l’agenzia per la protezione ambientale degli Stati Uniti (EPA) si sia nuovamente pronunciata sul glifosato, dichiarando che "non vi sono rischi per la salute umana quando il glifosato è usato secondo quanto scritto in etichetta e che non è un agente cancerogeno". Le prese di posizione di organismi autorevoli come l'EPA sono notizie che rassicurano tutti, così come lo sono i dati che periodicamente diffondono le Autorità sanitarie del nostro territorio, ma si tratta di una buona notizia specialmente per le aree in cui l'uso di questa sostanza è consentito”.

Quindi prosegue: “Nelle colline di Conegliano Valdobbiadene invece, l'uso è vietato. Attendiamo ora anche un pronunciamento delle autorità sanitarie europee, quelle a cui facciamo riferimento, così come lo dovrebbero fare i Comuni del nostro territorio che decisero lo scorso anno di inserire il divieto all'impiego del glifosato nei loro regolamenti di polizia rurale. Il Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco non farà passi indietro ma solo in avanti”.

Se nelle terre del Prosecco DOCG l’erbicida è stato bandito, viceversa in altre zone viene regolarmente impiegato in agricoltura e la notizia dell’EPA, ripescata ad un anno dalla sua divulgazione, è diventata il pretesto dei sostenitori del glifosato per ribadirne la necessità di utilizzo. “Non c’è un alternativa economica al glifosato”: ha affermato ieri Matteo Zolin presidente della Coldiretti di Pordenone entrando apertamente in conflitto con chi ha bandito questa sostanza, sulla quale si è pronunciato a sfavore anche il presidente della regione Luca Zaia. Insomma, tra Veneto e Friuli-Venezia Giulia sembra essersi innescata un’inattesa conflittualità a fronte del parere di agenzia che di fatto dipende dal governo USA ed è quindi un’emanazione del presidente Trump le cui idee sull’ambiente sono ben note.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×