29/05/2024nuvoloso

30/05/2024pioggia

31/05/2024temporale

29 maggio 2024

Conegliano

Il Gruppo Alpini di San Vendemiano celebra 90 anni

Due i weekend di festeggiamenti

|

|

Il Gruppo Alpini di San Vendemiano celebra 90 anni

SAN VENDEMIANO - Gli Alpini di San Vendemiano celebrano i loro 90 anni di storia. Una storia scritta nero su bianco, fatta di lavoro, collaborazioni, solidarietà e aiuti: tutti elementi distintivi delle Penne Nere di San Vendemiano.

Il Gruppo inizialmente venne fondato nel 1934, per poi essere ricostituito nel 1959, divenendo quindi un simbolo di operosità e protagonista in occasione di molteplici luoghi e circostanze.
Un esempio è la presenza in Friuli, territorio colpito dal terremoto del 1976 e, da qui, la nascita dell’amicizia e del Gemellaggio con il Gruppo di Campeglio (frazione del Comune udinese di Faedis). Nel 1984 le Penne nere si impegnarono nella costruzione del monumento alle scuole elementari e medie, con la realizzazione del pennone alzabandiera, e nel 1986 del dormitorio al Bivacco Bosconero nella zona di Zoldo. Nel 1991 l’inizio dell’amicizia con il Gruppo di Penne Nere della frazione di Borsoi in Alpago e la collaborazione a favore delle persone con disabilità. Da ricordare, inoltre, nel 1997 la costruzione della sede e, nel 2002, la nascita della squadra di Protezione Civile Ana Comunale. E ancora, nel 2004 il restauro della chiesetta di San Rocco a Zoppè e nel 2006 la nascita della testata “L’Alpin de San Vendeman”, una pubblicazione animata ancora oggi dal chiaro intento di raccontare periodicamente la vita alpina a San Vendemiano.

Una storia che il Gruppo di San Vendemiano intende celebrare con due weekend di festeggiamenti, che rientrano nella serie di appuntamenti “Aspettando il centenario” della sezione Ana di Conegliano, di cui le stesse Penne Nere di San Vendemiano fanno parte: si inizia domani, domenica 21 aprile alle 16.30, con la rassegna corale (a ingresso libero) organizzata alla palestra polivalente delle scuole medie di San Vendemiano, dove si esibiranno i cori “I borghi” e Ana di Vittorio Veneto. Si proseguirà poi sabato 27 aprile alle 20.30, con lo spettacolo teatrale (sempre a ingresso libero) “Il corpo e l’anima...”, che andrà in scena nella palestra polivalente, con Sandro Buzzatti, la partecipazione di Marina De Luca, la regia di Bruno Lovadina. Tutto con le musiche dal vivo del coro Minimo Bellunese diretto da Gianluca Nicolai e l’organizzazione di Giampaolo Fioretti e Alessandra Lazzaro.

Domenica 28 aprile, invece, si svolgerà la cerimonia ufficiale a partire dalle 8.30, con il ritrovo nella sede del Gruppo Alpini di San Vendemiano. Seguiranno l’alzabandiera alle 8.45, la sfilata verso il cimitero alle 9 e il successivo omaggio agli Alpini andati avanti, l’onore ai Caduti al Monumento e, di seguito, la sfilata verso la sede dove, alle 10.30, verrà celebrata la Santa Messa. L’appuntamento si concluderà con le orazioni ufficiali alle 11.30 e il pranzo all’oratorio “Giovanni Paolo II” di San Vendemiano alle 13, con la partecipazione della Fanfara Alpina di Conegliano.

 


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 



Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×