05 aprile 2020

Montebelluna

GRAVIDANZA E PARTO, OSPEDALI PREMIATI

Riconoscimenti a Roma per l’Ulss 8 promossi dall’ Osservatorio nazionale sulla salute della donna

| | commenti | (4) |

| | commenti | (4) |

GRAVIDANZA E PARTO, OSPEDALI PREMIATI

MONTEBELLUNA - Due bollini rosa sono stati consegnati giovedì nella Camera dei deputati a Roma all'Ulss 8 per aver adottato nelle proprie strutture ospedaliere, quella di Castelfranco Veneto e quella di Montebelluna, servizi a “misura di donna”.

I due riconoscimenti, promossi da O.N.Da. (Osservatorio nazionale sulla salute della donna) nell'ambito del progetto “Ospedaledonna” sono stati ritirati dal direttore sanitario dell'Ulss 8, Paola Corziali, che ha seguito l'iniziativa che ha coinvolto, per l'Ulss 8, le Unità operative di Ostetricia e Ginecologia degli ospedali San Giacomo e San Valentino dirette rispettivamente dai dottori Sante Tosetto e Enrico Busato.

A differenza delle precedenti edizioni, nell'edizione di quest'anno, che avrà valenza biennale, sono stati presi in considerazione tre principali criteri: la presenza di Unità Operative che curano patologie femminili specifiche( presenza all’interno della struttura ospedaliera di Unità dedicate all’assistenza e alla cura delle patologie femminili di maggior rilievo clinico ed epidemiologico), l'appropriatezza del percorso diagnostico terapeutico (cioè l'applicazione di livelli di cura e assistenza atti a garantire un’adeguata gestione della patologia, con particolare attenzione alle caratteristiche psico-fisiche e alle specifiche esigenze dell’utenza femminile) ed il posizionamento della paziente al centro delle cure (cioè la centralità della donna e tutela della sua dignità attraverso l’umanizzazione delle cure.

Ad impressionare positivamente la giuria che alla fine ha assegnato un bollino rosa per Castelfranco Veneto ed uno per Montebelluna (tra i circa 400 ospedali premiati) molti servizi attivati nell'Ulss 8. In particolare, sia l'Ostetricia e Ginecologia castellana e montebellunese mettono a disposizione della donna la diagnostica strumentale per patologie ginecologiche benigne, ambulatorio di uroginecologia per la riabilitazione del pavimento pelvico, trattamento del fibroma uterino, l'ambulatorio di ostetricia per la gravidanza, la gestione integrata delle patologie complesse in gravidanza, i servizi per la diagnosi e la cura delle patologie prenatale, il Pronto soccorso ostetrico, l'analgesia rooming in (possibilità di tenere nella propria stanza il neonato), l'ambulatorio percorso nascita, il parto in acqua, il servizio per la donazione del sangue ombelicale.

Apprezzati anche la possibilità di verifica online dei tempi di attesa, la presenza di documentazione informativa multilingue, il servizio di mediazione culturale per pazienti straniere, i servizi di terapia del dolore, la dieta diversificata per esigenze personali o restrizioni religiose e gli spazi dedicati all’accudimento dei figli. Entrambe le strutture si sono distinte anche per disporre di un ambulatorio di ginecologia oncologica mentre Montebeluna un ambulatorio di isteroscopia.

 

Leggi altre notizie di Montebelluna
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×