23 aprile 2021

Treviso

"E' grave nella Regione Veneto la curva dei contagi. Bisogna intervenire"

Per il sottosegretario all'Interno, Achille Variati, Governatore e Sindaci devono condividere la responsabilità. Nel prossimo fine settimana via ai controlli severi delle forze dell'ordine

| Tommaso Colla |

| Tommaso Colla |

TREVISO - E’ positivo al Covid un italiano ogni cento. Più di un milione i contagi, sei volte tanto il picco dello scorso aprile. “La situazione è grave” – ha confermato stamattina da Roma il sottosegretario al ministero dell’Interno, Achille Variati. “E quella in Veneto non è affatto da meno: 1669 ospedalizzati, 204 pazienti Covid in terapia intensiva, esattamente come nella prima ondata. Positivi più di cinquantaduemila, contro i diecimila di aprile”. Lusingarsi di permanere ancora sulla fascia gialla giunti a questo punto è del tutto inutile e anche controproducente. Rischia di risultare addirittura irresponsabile, oltre che patetico, tergiversare su discussioni cromatico-politiche tra Regioni e Governo.

Urge intervenire, fare di più: “Non importa se con gli ultimi provvedimenti del Governo si registri una anche se leggera flessione della curva del contagio”. Variati, che al ministero degli Interno si occupa di enti locali, si è rivolto stamattina a Governatori e Sindaci, sollecitandoli “a partecipare alla catena positiva della responsabilità, nel momento in cui il Governo sta facendo di tutto per evitare un nuovo lockdown generalizzato”. Ha poi annunciato che dal prossimo fine settimana i controlli da parte delle forze dell’ordine verranno intensificati, passando dalla fase persuasiva a quella repressiva per sanzionare chi si ostina a non rispettare le regole.

E a proposito di controlli – ha informato Variati – in provincia di Treviso, dal 3 al 10 novembre, i controlli delle forze di polizia nazionali (ai quali si devono però aggiungere quelli effettuati dalle polizie locali), hanno riguardato 111.156 persone, di cui 310 quelle sanzionate. Nove denunce nei confronti di soggetti in quarantena che non hanno osservato il divieto assoluto di allontanarsi dalla propria abitazione. Denunce anche per ventisei esercizi commerciali, cinque dei quali hanno dovuto momentaneamente sospendere l’attività. Intanto, proprio a bar ristoranti e imprese sono giunti i primi ristori che il Governo si era impegnato a far avere attorno alla metà del mese di novembre. Anche alle Regioni e ai Comuni il Governo è stato accanto per tutto il tempo: “In particolare gli enti locali del Veneto hanno beneficiato di 444,98 milioni di euro come ristoro per le mancate entrate; si aggiungono ulteriori 63,3 milioni di euro in arrivo nelle casse dei Comuni del Veneto nei prossimi giorni”. Domani – ha annunciato Variati - è in calendario una nuova riunione della cabina di regia e del Comitato Tecnico Scientifico: “Si deciderà sulla base di quell’algoritmo che valuta 21 paramenti, non da adesso ma da ben ventisei settimane”

 


| modificato il:

Tommaso Colla

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

immagine della news

15/04/2021

Come usciranno i nostri figli dalla pandemia?

Se ne parlerà stasera e giovedì prossimo in due incontri on line proposti dall’associazione Famiglie 2000 di Treviso per affrontare le fragilità e investire sul benessere.

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×