28 settembre 2021

Nord-Est

Grandinate, vento e allagamenti in Veneto, Zaia avvia lo stato di crisi e lo stato di calamità per le attività agricole

Il decreto rimarrà “aperto” in attesa che i Comuni interessati effettuino le opportune ricognizioni

|

|

Grandinate, vento e allagamenti in Veneto, Zaia avvia lo stato di crisi e lo stato di calamità per le attività agricole

VENETO - Il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, con proprio decreto, ha dichiarato lo stato di crisi a seguito delle violente grandinate, degli allagamenti e delle forti raffiche di vento che ieri hanno interessato molte zone del Veneto.

 

In particolare il Veronese, il Vicentino e aree del Padovano del Trevigiano e del Bellunese.

 

Il decreto rimarrà “aperto” in attesa che i Comuni interessati effettuino le opportune ricognizioni e il censimento dei danni provocati dal maltempo a opere pubbliche e ai privati.

 

Contestualmente, il Presidente Zaia ha avviato le procedure per lo stato di calamità naturale, per il ristoro ai danni che hanno interessato le attività agricole.

 



Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×