03 giugno 2020

Treviso

Grande impegno dei Volontari d’Europa a San Silvestro e nei giorni seguenti

Recuperati diversi cani spaventati dai botti e riconsegnati ai rispettivi proprietari

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

Grande impegno dei Volontari d’Europa a San Silvestro e nei giorni seguenti

TREVISO - Grande impegno dei Volontari d’Europa a San Silvestro e nei giorni seguenti, in particolare le Guardie eco-zoofile Ranger dell’associazione si sono mobilitate nel recupero di cani che spaventati dai botti hanno sono stati fortunatamente ritrovati e riconsegnati alle loro famiglie di appartenenza. Un lavoro prezioso che si è affiancato a quello di ausilio alle forze dell’ordine in Piazza dei Signori la notte del veglione. Tant’è che spiegano: “Nonostante le mille avversità, ambientali, associative, lavorative, personali e le mille peripezie che la vita ci propone, anche quest’anno i “Volontari d’Europa” sono stati presenti ai festeggiamenti per la notte di San Silvestro organizzata in Piazza dei Signori a Treviso. In ausilio agli organizzatori e alle Forze dell’ordine, Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza, hanno mantenuto alto il valore e, con orgoglio la qualità, del servizio volontario. Presenti tra l’altro anche con cinque automezzi per il blocco anticarro dei varchi alla piazza per la prevenzione degli attacchi terroristici, sono stati impegnati fino a notte inoltrata ben dopo la mezzanotte in quanto vi era ancora afflusso di gente in entrata”.

 

I volontari hanno gradito le parole di stima e gratitudine dei trevigiani, ma anche nuovi e più civili comportamenti da parte die cittadini: “Non si sono presentati particolari problematiche, la serata è stata positiva per tutti. Anche le Guardie eco-zoofile Ranger dei Volontari d’Europa hanno particolarmente gradito la scelta dei botti “Pet Friendly”, una cosa innovativa per i nostri amici animali che dei botti ne farebbero piacevolmente a meno”. Quanto al recupero di animali hanno precisato: “Il primo giorno dell’anno i volontari hanno ricevuto una segnalazione per un cane trovato lungo il ciglio della strada a Soligo di Farra di Soligo. Un fatto sicuramente negativo, un cane molto probabilmente vittima del panico creato dai botti meno amici della periferia – inoltre venerdì -. Sono stati consegnati ai proprietari rispettivamente due coppie di cani che si erano allontanati da casa in zona Falzè di Piave. Le relazioni sono state inviate alla Polizia Locale di Sernaglia e al servizio Veterinario dell'Ulss 2 per i cani di media taglia era stati avvisati anche i Carabinieri della Stazione di Pieve di Soligo. Le Guardie Zoofile dell'Associazione hanno provveduto alla lettura dei microchip con il lettore in dotazione per addivenire ai proprietari dei cani e portarli presso la loro residenza”.

 

Interventi tempestivi che hanno prevenuto danni ai cani e alle persone. Ma il 2020 porterà molto altro all’associazione: “Propositi positivi per l’anno nuovo. Nuovi corsi di Protezione Civile e Guardie Zoofile, nuovo sito internet con la possibilità di segnalazioni online e tanta disponibilità a quanti ne avessero bisogno all’insegna del motto che sempre li contraddistingue: Auxilio Universis!”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×