03/12/2021poco nuvoloso

04/12/2021pioviggine

05/12/2021pioggia debole e schiarite

03 dicembre 2021

Vittorio Veneto

GOMORRA. «BEN DUE LE COPIE NELLA BIBLIOTECA DI VITTORIO VENETO»

Il consigliere Alessandro De Bastiani, alla luce dei fatti, scrive al sindaco Da Re che replica: «Vedremo cosa fare»

| Claudia Borsoi |

immagine dell'autore

| Claudia Borsoi |

GOMORRA. «BEN DUE LE COPIE NELLA BIBLIOTECA DI VITTORIO VENETO»

VITTORIO VENETO - Consultando il catalogo della Rete delle Biblioteche Trevigiane, a cui anche la biblioteca di Vittorio Veneto aderisce, il consigliere comunale del PD Alessandro De Bastiani ha scoperto che le copie del libro Gomorra di Roberto Saviano, l'autore "messo all'indice" a Preganziol, nella biblioteca comunale sono ben due.

«Come può ben vedere - scrivere De Bastiani al sindaco Da Re che era intervenuto sulla questione, allegando alla missiva il risultato della ricerca compiuta - il libro è negli scaffali della biblioteca di Vittorio Veneto e anche in quella di San Giacomo. Lei pensava che la sua amministrazione non avesse mai acquistato Gomorra di Saviano e, invece, ne avete acquistate ben due copie».

«Lei ha le idee molto confuse su tutta questa vicenda - aggiunge  poi De Bastiani -. La invito a consultarsi con l'Assessore provinciale Marzio Favero che ha dimostrato di avere idee più chiare e soprattutto più democratiche».

L'occasione è buona per il consigliere del PD per ricordare al sindaco le «precarie condizioni» in cui versa la biblioteca civica di piazza Giovanni Paolo I e chiosa: «si rafforza il sospetto che lei non conosca neppure la situazione della nostra biblioteca».

«Faremo delle verifiche - replica il sindaco Gianantonio Da Re - vedremo cosa fare. Non si tratta nè della bibbia nè del vangelo della letteratura e se anche mancasse, non morirebbe nessuno. Si tratta di un personaggio controverso: da un lato ha messo sì in luce la mafia, dall'altro però il suo nome figura nella lista di persone che hanno firmato un appello pro-Battisti. Che sia poi schierato poleticamente a sinistra - aggiunge - non ci sono dubbi».

E sulla connessione della Lega con la mafia sollevata dallo scrittore in occasione della trasmissione "Vieni via con me" cosa ne pensa? «A me risulta che la Lega sia stata una grande oppositrice della mafia e lo dimostrano i risultati del ministro Maroni, più efficaci dei ministri del governo Prodo. Che la lega sia collusa con la mafia - chiude Da Re - è una bugia bella e buona e lascia il tempo e lo spazio che trova».

 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

immagine della news

26/05/2021

"Non dimenticate Villa Papadopoli"

Alessandro De Bastiani e Mirella Balliana, consiglieri di Rinascita Civica, tentano il tutto per tutto per riqualificare il complesso cenedese

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×