24/01/2022sereno

25/01/2022foschia

26/01/2022foschia

24 gennaio 2022

Castelfranco

Giovanna Frene a Oxford per parlare di Andrea Zanzotto

La poetessa di Pieve del Grappa, è tra i relatori del convegno internazionale che l'Università di Oxford dedica al poeta Andrea Zanzotto

| Maria Elena Tonin |

immagine dell'autore

| Maria Elena Tonin |

Giovanna Frene

PIEVE DEL GRAPPA - Anche Giovanna Frene, di Pieve del Grappa, è tra i relatori del convegno internazionale che l'Università di Oxford dedica al poeta Andrea Zanzotto nel centenario della sua nascita, un convegno che vede coinvolti oltre ad alcuni dei maggiori atenei italiani tra cui Padova, Torino, Pisa, Roma e università di tutto il mondo come Losanna, Oslo, Chicago, Massacchussets. "Un autunno tutto dedicato al maestro Zanzotto e pieno di impegni" conferma Frene "partendo da PordenoneLegge, all'interno della rassegna dedicata a Zanzotto e titolata IperZanzotto, ideata da Andrea Cortellessa, passando per il convegno nella sua città natale, Pieve di Soligo, dello scorso ottobre e infine allargando gli orizzonti all'Europa." A Pieve, Giovanna Frene aveva presentato al Sacrario di Nervesa della Battaglia, un'innovativa lettura topografica de Il Galateo in Bosco di Zanzotto.

"Conglomerati. Andrea Zanzotto poetic clusters" è il titolo del convegno di Oxford e "Conglomerati" è anche il titolo dell'ultima raccolta del poeta (collana Lo specchio, Mondadori, 2009). Il convegno è organizzato dal professor Nicola Gardini e dai dottori Adele Bardazzi e Roberto Binetti, in collaborazione con Italian's studies at Oxford. Frene, che parlerà di un approccio geografico al paeaggio, sottolinea l'attualità del poeta di Pieve di Soligo "La poesia di Zanzotto è innovativa, basti pensare alla commistione degli elementi linguistici: interroga il mondo ben oltre la sola letteratura."

Per Frene anche impegni più "casalinghi" e non solo di apporto critico, ma anche performativo. Il 25 novembre la poetessa sarà impegnata in un reading di poesie di Zanzotto in Villa Reale di Crespano di Pieve del Grappa, con l'accopagnamento al flauto di Federica docente al conservatorio e flautista di fama internazionale. "Nel serto di pause e parole", titolo del reading, tratto da un verso dello stesso Zanzotto, mette in luce la passione per la musica che caratterizzò tutta la vita del grande poeta. Inizio spettacolo ore 20.15, libero. il 26 novembre, un suo intervento sul Zanzotto dialettale di Filò, testo scritto nel 1976 per il film "Casanova" di Fellini, all'interno della conferenza "Progetto Casanova al conservatorio "Benedetto Marcello" di Venezia.

 

 

 

 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Maria Elena Tonin

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×