25 maggio 2020

Conegliano

"Giù le mani dal mercato di Conegliano"

Polemica Pd sulla rivoluzione della tradizione del venerdì mattina: "Unico momento in cui c'è tanta gente allegra senza essere ubriaca"

| commenti |

| commenti |

CONEGLIANO - “Il mercato spostato è un mercato morto”.

 

E’ il consigliere Pd Isabella Gianelloni a tornare sulla polemica che ha coinvolto il mercato cittadino del venerdì e una sua possibile rivoluzione. La scorsa settimana il sindaco Fabio Chies aveva chiarito che il tradizionale appuntamento non verrà “spostato” alle piscine comunali o al parcheggio della Zoppas Arena: aveva però parlato di un ridimensionamento del mercato.

 

Il Pd si è subito dichiarato contrario alle possibili rivoluzioni che potrebbero coinvolgere la tradizione del venerdì mattina: “E’ ormai l'unico momento in cui il nostro centro storico è frequentato da persone, tante persone, colorate e allegre senza essere ubriache. Nel resto del tempo la mestizia accompagna chi ci viene e i commercianti (quelli fissi) rimasti – scrive Gianelloni sul suo blog -. Non penso che possiamo immaginare un centro che vive solo dalle 19 in poi, con schiamazzi e sporcizia conseguenti. Certamente c'è bisogno di un qualche restyling fra le bancarelle, ma anche in questo caso, invece di provocare sconcerto fra i coneglianesi e gli ambulanti, perché non immaginare di sedersi intorno a un tavolo e iniziare a pensare? Continuiamo a parlare a vanvera di prodotti tipici, tradizioni venete e tutto quanto suona bene detto: vogliamo fare qualcosa? Che so, immaginare zone del mercato vocate ad alcuni tipi merceologici, incentivare l'arrivo di artigiani. L'unica cosa da non fare assolutamente è strappare un altro pezzo di anima a Conegliano, questo no. Si tratterebbe di un delitto senza attenuanti.

 

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×