14 giugno 2021

Castelfranco

Gestione del verde, Eos compie trent’anni

Lavoro per 70 persone, il 30% svantaggiate

| Matteo Ceron |

immagine dell'autore

| Matteo Ceron |

Gestione del verde, Eos compie trent’anni

CASTELFRANCO Compie 30 anni la coop Eos di Castelfranco. E per festeggiare è previsto un pranzo domenica prossima, 11 giugno. Si tratta di una cooperativa sociale di tipo B di inserimento lavorativo, occupa una settantina di persone nel periodo estivo, di cui il 30% con disagio sociale.  

 

“Quando ho iniziato a lavorare in cooperativa, nel 2002 – racconta l'attuale presidente di Eos, Vincenzo Buzzelli – eravamo solo una decina. Oggi, nella stagione estiva, siamo anche 60-70 occupati. La nostra coop sociale di tipo B, ossia di inserimento lavorativo, ha raggiunto un fatturato annuo di quasi 1 milione e 600 mila euro; siamo dotati di ampia strumentazione, all'avanguardia, e di varie certificazioni (qualità, ambiente, sicurezza sul luogo di lavoro), più una piccola officina interna per manutenzioni ordinarie. Tanti piccoli traguardi raggiunti insieme, con l'impegno di tutta la squadra di Eos, che ci rendono particolarmente orgogliosi, specie in questo trentennale di attività, che festeggeremo con un pranzo cui abbiamo invitato soci, clienti ed amici, domenica 11 giugno”.


La cooperativa, che fa parte del Consorzio In Concerto, ha sede in via del Lavoro 24 e lavora soprattutto grazie ad appalti pubblici per conto di comuni in provincia di Treviso, Padova, Venezia e Vicenza. In prevalenza si occupa di manutenzione del verde e di potature, ma anche della gestione di centri di raccolta differenziata, di spazzamento neve e spargimento sale, consulenza e realizzazione di giardini sia pubblici che privati.


La soddisfazione più grande? “Svolgere bene il nostro lavoro, con qualità e puntualità, che significa preparazione del personale (adeguatamente formato e dotato dei vari dispositivi di sicurezza), grande attenzione sia all'aspetto ambientale che di salute delle persone (tramite l'utilizzo, ad esempio, di prodotti biologici), l'applicazione di una mentalità cooperativa e solidale nel nostro lavoro quotidiano. Un aneddoto credo rappresenti bene la nostra essenza cooperativa. Un giorno – continua il presidente - mi chiamarono i Servizi sociali di un Comune, chiedendoci se potevamo aiutare una persona che si trovava in uno stato momentaneo di difficoltà. Parlando fra di noi, decidemmo di rinunciare ciascuno a 2-3 ore mensili di contratto, per creare un posto di lavoro ad hoc per questo nuovo arrivato. Ebbene, dopo 4-5 mesi con noi, quell'uomo ha recuperato la fiducia perduta e ripreso la sua strada, con immensa soddisfazione reciproca. Per tutti, infatti, il lavoro equivale a dignità”.

 

Prospettive per il futuro? “Con questo non vogliamo dire che non vediamo i problemi e le difficoltà - conclude il presidente Buzzelli a nome della squadra - ma la voglia e la capacità di lavorare non ci mancano, così come le buone relazioni con i clienti. Insieme, potremo fare sempre di più e meglio”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Matteo Ceron

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×