15 aprile 2021

Treviso

Il gelo mette a rischio gli asparagi Igp della Marca

L'allarme di Coldiretti Treviso: "Danni ingenti ad altre colture come i kiwi. A rischio anche la ripresa vegetativa della vite"

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

germogli gelati

TREVISO - Temperature che sfiorano i 20 gradi e ora notti sotto zero. Il clima altalenante registrate nella Marca mettono a rischio le colture trevigiane.

A lanciare l’allarme la Coldiretti Treviso. “Al posto delle punte degli asparagi il ghiaccio”. Questo l'amaro destino di alcuni dei prodotti trevigiani del periodo tra i più rinomati, gli asparagi bianchi di Cimadolmo Igp e quelli bianchi e verdi di Badoere Igp che già stavano affrontando il problema dettato dal periodo siccitoso.

Ma anche danni ingenti ad altre colture e soprattutto a rischio la ripresa vegetativa della vite.

Le gelate di queste notti hanno garantito un duro risveglio ai produttori che si sono visti danneggiare i raccolti anche dei prossimi giorni. “Il ghiaccio come detto non ha risparmiato gli asparagi coltivati a campo aperto, ma anche ad esempio le produzioni di kiwi da Povegliano a Ponzano, o la vite coltivata in varie aree trevigiane, da quella castellana a quella opitergina, che ha visto bruciati i germogli e messo a dura prova le piante. Se dovessero perdurare queste gelate primaverili i danni potrebbero diventare di centinaia di migliaia di euro.

“Il clima ormai non ci risparmia e in ogni stagione ci propone anomalie che creano non pochi danni alle imprese agricole ed agli stessi consumatori - spiega Giorgio Polegato, presidente di Coldiretti Treviso - Le nostre aziende non possono non considerare ormai un costo fisso quello per assicurarsi, mentre ai consumatori dico solo di leggere attentamente le etichette per non incappare in prodotti che sostituiscono i prodotti nostrani di dubbia provenienza”. 

“Occorre salvare le fioriture. Tutti questi sfasamenti stagionali hanno  un costo per i produttori costretti ad un surplus di gasolio oltre che a strumenti sempre più tecnicamente avanzati per mettere in salvo verdura e frutta”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×