26 gennaio 2021

Cronaca

Gb, discreta e iperattiva: un trono per Camilla, duchessa di Cornovaglia

In tempi di coronavirus la moglie dell'erede al trono è uscita dall'ombra, moltiplicando le apparizioni, l'impegno nei confronti dei più deboli

|

|

Carlo e Camilla

ESTERI - "Discreta, sensibile, empatica, rassicurante, di un humour spiccato, figura materna e irrinunciabile per il clan dei Windsor". E' quanto scrive il settimanale francese 'Point de vue', esplicito endorsement alla duchessa di Cornovaglia, moglie del principe Carlo e futura regina, nonostante la IV serie di 'The Crown' abbia appannato la popolarità delle coppia reale, per anni considerati i veri responsabili dell'infelicità e della morte di Lady D. L'ex signora Parker Bowels, nata Shand, due figli, Laura e Tom, 73 anni, per il settimanale francese è una "donna fuori dal comune che merita di essere conosciuta e rispettata".

In tempi di coronavirus la regale consorte del principe Carlo è uscita dall'ombra ritagliandosi un ruolo all'interno della royal family. Non solo apparizioni ufficiali, ma un vero e proprio impegno nei confronti delle persone più vulnerabili confinati a casa durante il covid-19 con le quale si è spesso intrattenuta in video conferenza anche quando l'erede al trono, colpito dal virus, era stato costretto a disertare gli incontri, ricordando, come sottolinea ancora 'Point de vue, come l'erede al trono stesse in splendida forma "fermamente convinto, nonostante l'età, a servire il suo Paese".

Sempre in prima linea la regale consorte dell'erede al trono, ha una agenda ricca di appuntamenti, di 'cause' da difendere. Gli anziani, le donne vittime di violenza (anche quelle di cui sono spesso responsabili i partner o perpetrate in seno alla famiglia'), promuove e incoraggia gli inglesi a essere solidali verso il prossimo, a fare sport per prevenire malattie debilitanti, come l'ostioporosi che ha 'ucciso' l'anziana madre. Non soltanto moglie e futura regina, la duchessa di Cornovaglia è orgogliosamente nonna di 5 nipoti. "Il suo 'giardino segreto'- sottolinea 'Point de vue'- Felice, orgogliosa di aver insegnato loro il gusto della lettura e del sorriso".

"Camilla non è più la giovane donna spaventata da una vita che mal avrebbe sopportato, tanto da rompere nel 1973 il fidanzamento con il principe Carlo per sposare Andrew Parker Bowles - scrive 'Point de vue'- E' una donna che ha sofferto per la morte dei suoi cari, come il fratello Mark Shand, che ha visto naufragare le sue prime nozze, ingiustamente accusata della fine del matrimonio tra lady Diana e il principe Carlo. A tutte le persone che incontra sa offrire il suo sostegno, sa trasmettere calore, ottimismo. E' nato insomma uno stile 'Camilla'.

Fatto di un rigido protocollo (le ultime cerimonie pubbliche, in rappresentanza della famiglia reale, all'abbazia di Westminster in ricordo dei caduti della Grande Guerra, in visita alla Banca d'Inghilterra) ma anche di gesti spontanei, forse istintivi, nei confronti per esempio di un gruppo volontari di un'associazione benefica di Mill End a Rickmansworth nella regione dello Hertfordshire. Visiera e grembiule la duchessa di Cornovaglia non ha esitato, un solo momento, a servire lei stessa i pasti agli anziani indigenti del centro. E non si contano più le sue uscite pubbliche sempre a sostegno dei più deboli.

A Brixton si è recata, recentemente, a conoscere il lavoro espletato da un'associazione che strappa i ragazzi alla strada immettendoli nel mondo della box, non si è tirata indietro quando le hanno chiesto di impacchettare dei dolci, preparati a Clarence House, per un'associazione di anziani di origine afro-caraibica, a porgere il cibo ad una signora cieca, molto in là negli anni, a recarsi nella sede dell'ospedale londinese di St. Bartolomew impegnato nel sostegno ai malati di tumore e alle loro famiglie.

"Tutte le persone che hanno conosciuto Camilla - spiega ancora il settimanale francese- sono sedotte dalla gentilezza, dalla cortesia, soprattutto dal buon umore. Anche se ancora la sua popolarità non è riuscita a conquistare il cuore di tutti i sudditi inglesi. Molteplici sono le cause. Intanto il suo 'love affair' con il principe Carlo, mai interrotto anche dopo il matrimonio con la giovanissima Diana Spencer. Una sorta di peccato originale imperdonabile. E poi il principe del Galles, prima del suo matrimonio con Camilla, avrebbe rassicurato gli inglesi che la futura duchessa di Cornovaglia un giorno, forse, sarebbe potuta diventare regina consorte".

Una presenza discreta, quella di Camilla, in seno alla royal family, ma importante, insostituibile. I consensi e l'affetto si moltiplicano all'interno di un cammino faticosamente e silenziosamente tracciato da tempo. "In fondo - commenta ancora il settimanale francese- sicuramente Camilla un giorno, quando il principe Carlo salirà sul trono di Albione, diventerà regina. Ma il suo vero capolavoro resterà solo uno. Quell'amore incommensurabile, quel senso compiuto di felicità e serenità che sa infondere, quotidianamente, ad un uomo che un giorno verrà incoronato re d'Inghilterra".
 

 



vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×