20 settembre 2021

Nord-Est

Frodi, truffe e riciclaggio. Sequestrati 20 milioni, 8 gli indagati

Operazione congiunta Finanza e Polizia nel veronese

|

|

foto d'archivio

VERONA - La Guardia di finanza di Verona e la Polizia di Stato del capoluogoscaligero, coordinate dalla Procura della Repubblica, hanno dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo di circa 20 milioni di euro.

Il provvedimento, assunto con procedura d'urgenza dal Sostituto Procuratore della Repubblica, dott. Gennaro Ottaviano e convalidato con decreto del Gip del Tribunale scaligero, dott.Raffaele Ferraro, è stato emesso nei confronti di 28 società e 8 persone fisiche. Queste ultime sono indagate, a vario titolo,per i reati diassociazione per delinquere finalizzata alla truffa, anche ai danni dello Stato, all'insolvenza fraudolenta, alla ricettazione, al riciclaggioeall'autoriciclaggio, all'accesso abusivo al credito e alla bancarotta fraudolenta.Tra i beni sequestrati 24 unità immobiliari, 13 autoveicoli oltre 100 rapporti finanziari riconducibili agli indagati ed alle numerose società coinvolte.

L'importante sequestro giunge al termine di complesseinvestigazioni eseguitesinergicamentedai finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Verona e dai poliziotti della Sezione di p.g. della Polizia di Statopresso la locale Procura della Repubblica.

Sotto la lente d'ingrandimento delle Fiamme Gialle e dei poliziottiè finita, in particolare, un'associazione non riconosciuta di Sanguinetto (Verona) operante nel settore dell''organizzazione di lavoro', amministrata da due uomini della provincia, un quarantenne e un cinquantenne, risultat iessere i dominus dell'organizzazione criminaleche si avvaleva, tra l'altro, di una sessantina di società aventisedi in Italia e all'estero (Hong Kong, Giappone, Romania, Bulgaria, Repubblica Ceca)

 



Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×