04/10/2022nubi sparse

05/10/2022parz nuvoloso

06/10/2022parz nuvoloso

04 ottobre 2022

Vittorio Veneto

A Fregona torna la Festa della tosatura

Mastorci: “La transumanza rischia l’oblio a causa dell'urbanizzazione delle campagne, dei vincoli amministrativi, delle regole rigide"

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

fregona

FREGONA - Torna la Festa della Tosatura. L’appuntamento è per domenica 29 maggio in località Sas a Pont a Osigo di Fregona, presso le aziende agricole Fratelli Buffoni e Reghét. Ad organizzare la quarta edizione dell’iniziativa è Katy Mastorci, presidente di Donne Impresa Coldiretti Treviso. Si parte alle 10, con la benedizione del gregge e dei trattori. In seguito grandi e piccoli potranno assistere alla tosatura delle pecore e seguire delle relazioni sul ciclo della lana. Non mancheranno il raduno dei trattori, i laboratori per i più piccoli e il pic nic di Campagna Amica.

 

“La festa della tosatura ci fa riflettere anche sull’importanza della transumanza come vero patrimonio immateriale dell’Unesco – sottolinea Mastorci - Si tratta di valorizzare queste iniziative, promosse proprio dalle imprenditrici di Coldiretti con spirito spontaneo anche per recuperare le razze ovine e bovine in via di estinzione, in attesa che la specifica legge regionale approvata la scorsa legislatura venga applicata. Questa normativa è il coronamento di un progetto promosso dalle agricoltrici di Coldiretti e rappresenta una presa di coscienza anche politica di una realtà strategica per la salvaguardia del patrimonio zootecnico e la conservazione delle specie in via d’estinzione per la produzione di formaggi e tipicità locali altrimenti perdute”.

 

“La transumanza rischia l’oblio a causa dell'urbanizzazione delle campagne, dei vincoli amministrativi, delle regole rigide, delle sanzioni previste, della scarsità di prati, della presenza degli animali selvatici e dei grandi carnivori e delle ordinanze sanitarie - aggiunge l’organizzatrice -. La Regione del Veneto ha la possibilità di riscrivere la storia facendo da pioniera ancora una volta a livello italiano. Nello spostamento di bovini e ovini alla ricerca di prati adatti non c’è solo un’abitudine tramandata da intere generazioni, ma c’è anche il rispetto del processo ecosostenibile che porta bovini e ovini alla ricerca di prati adatti alla buona alimentazione necessaria alla produzione di latte, carne di alta qualità”.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×