06 agosto 2020

Vittorio Veneto

Fregona, la minoranza denuncia: "Consiglio comunale e della Pro Loco in simultanea"

"Così non possiamo seguire le riunioni dell'associazione". E la Pro Loco replica

| Claudia Borsoi |

immagine dell'autore

| Claudia Borsoi |

Municipio Fregona

FREGONA - «Per la seconda volta in pochi mesi, il consiglio comunale e il consiglio della Pro Loco sono stati convocati nello stesso giorno e alla stessa ora: così, noi consiglieri comunali delegati nell’associazione non possiamo svolgere il nostro ruolo». A denunciarlo è il consigliere comunale di minoranza Matteo De Luca che, insieme ad un consigliere comunale di maggioranza, siede anche nel consiglio della Pro Loco di Fregona. Si fanno sempre più tesi i rapporti tra minoranza e, dall’altro, amministrazione comunale e Pro Loco.

 

«Non è la prima volta che le due riunioni vengono fatte in concomitanza – afferma De Luca – e a pensare male, a volte ci si azzecca. Lo avevo già detto al sindaco e anche alla presidente della Pro Loco di non sovrapporre i due incontri. Lo ribadirò domani sera, giovedì, in consiglio comunale e lo farò anche in consiglio Pro Loco se e quando riuscirò ad andarci». Domani, 30 luglio, il consiglio comunale a Fregona è convocato alle 20.30 in municipio, mentre la Pro Loco alla stessa ora si riunisce nella canonica di Fregona.

 

«Coincidendo i due consigli, la minoranza non può compiere il suo ruolo di supervisione. La cosa poco importa alla maggioranza, avendo un consigliere marito della vice presidente della Pro loco, quindi sembra strano che non sappiano quando ci sono le rispettive riunioni» prosegue De Luca. «E quanto a trasparenza – conclude -, sono mesi che vengono richiesti i bilanci e i verbali delle riunioni e questi vengono negati».

 

«Mi dispiace, ma noi – replica e puntualizza Francesca Bertolin, presidente della Pro Loco - abbiamo spesso, per vari impegni di tutti, proprio la giornata del giovedì deputata al consiglio. Non sapevo che c’era il consiglio comunale. Il consigliere di maggioranza che partecipa al consiglio della Pro Loco andrà anche lui in consiglio domani sera, e non si è lamentato. Cosa c’è da supervisionare? Noi facciamo la nostra riunione, loro sono sì i rappresentanti del Comune, ma non hanno diritto di voto». Infine, quanto alle richieste di bilanci e verbali, la presidente precisa a De Luca: «Le richieste non erano conformi allo statuto e sono state respinte. Quando arriveranno conformi, le prenderemo subito in considerazione».

 


| modificato il:

foto dell'autore

Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×