21/05/2024rovesci di pioggia

22/05/2024possibili temporali

23/05/2024pioggia debole e schiarite

21 maggio 2024

Vittorio Veneto

Fratelli d’Italia: “Braido è il leader della nostra squadra”

Ufficializzato stamane a Vittorio Veneto l’appoggio al candidato sindaco della Lega: svelati i nomi della squadra

| Claudia Borsoi |

immagine dell'autore

| Claudia Borsoi |

Presentazione FdI

VITTORIO VENETO – «Saremo determinanti in questa tornata elettorale a Vittorio Veneto»: così Thomas Toffoli, presidente del circolo vittoriese di Fratelli d’Italia, che stamane ha presentato il suo gruppo a sostegno del candidato sindaco della Lega, l’avvocato Giovanni Braido.

 

Nella cornice di piazza del Popolo, i Meloniani hanno ufficializzato la loro partecipazione alle amministrative di giugno nella coalizione che li vede insieme alla Lega e alle civiche Forza Vittorio e Braido Sindaco. A fare gli onori di casa il presidente Toffoli, affiancato dal presidente provinciale di FdI Claudio Borgia, dall’onorevole Marina Aliprandi Marchetto di FdI, dall’avvocato Braido e dall’ex sindaco Giancarlo Scottà che, come leghista, ha tessuto in queste settimane l’accordo con FdI. Presenti poi vari candidati nella lista di FdI, come la giovane medico Federica Salemi o l’imprenditore Fabio De Nardi, la modella Martina Giraldi, impegnata nel diffondere consapevolezza ed autostima contro ogni forma di bullismo e bodyshaming, i medici Salvatore Salemi e Marilena Pipitone, e poi numerosi esponenti della Lega cittadina.

Le trattive per chiudere l’accordo con la Lega sono state «dure», ha ammesso Toffoli, ricordando come FdI avesse anche fatto il nome di un suo candidato sindaco, Fabio De Nardi, per poi convergere su Braido. «Ci sono ancora tante problematiche da risolvere in città – ha detto Toffoli -, dalle strade ai negozi chiusi. Serve un rilancio delle manifestazioni e noi, che siamo uomini dello spettacolo, possiamo dare il nostro contributo».

 

«Abbiamo intenzione di tornare alla guida della città, per finire quanto non fatto» ha detto Scottà, ricordando i suoi dieci anni da sindaco con Braido come vice. «Speriamo che il vostro capo – ha poi aggiunto rivolgendosi agli esponenti di FdI e riferendosi a Giorgia Meloni – abbia l’attenzione di venire a Vittorio Veneto durante la campagna elettorale».

 

L’onorevole Aliprandi Marchetto ha evidenziato le potenzialità, soprattutto in chiave storico e culturale, della città, auspicando una maggiore valorizzazione.

 

Tra i candidati consiglieri, ha preso la parola De Nardi: «Per molti anni sono stato all’estero per lavoro e quando sono rientrato mi sono accorto che non era la Vittorio Veneto che avevo lasciato. Da qui la mia decisione di fare qualcosa per cambiare questa città. E Vittorio Veneto ha bisogno di un leader e di una persona che sappia gestire una squadra: ed è l’avvocato Braido».

 

«Qui ci vuole un cambio di passo – è intervenuto Borgia -. Braido è una persona perbene, di qualità. Noi abbiamo cercato di tenere unito il centrodestra, purtroppo qualcuno ha rotto il fronte».

 

La chiusura è stata affidata all’avvocato Braido che ha evidenziato tre obiettivi: giovani – oggi in città manca uno spazio pubblico in cui possano ritrovarsi -, anziani – da varare iniziative di co-housing - e animali.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×