01/10/2022poco nuvoloso

02/10/2022poco nuvoloso

03/10/2022poco nuvoloso

01 ottobre 2022

Vittorio Veneto

I fotografi trevigiani che il mondo premia

Juan Carlos Marzi e Francesco Chinazzo protagonisti di due prestigiosi concorsi internazionali di fotografia

|

|

I fotografi trevigiani che il mondo premia

Hanno stili diversi. Diversi modi di vedere, mostrare, fermare in un’immagine il costante divenire della realtà, delle sue molteplici denotazioni e detonazioni, della vita. Ma entrambi eccellono in quel settore dell’arte che dal 1940, con Rosalind Krauss e il ‘museo discorsivo’ del MoMA di New York, è entrato nell’olimpo delle opere d’arte autentiche: la fotografia.

 

I due fotografi trevigiani che in questo momento stanno ricevendo ottimi riconoscimenti a livello internazionale sono Juan Carlos Marzi, che attualmente opera a Vittorio Veneto, e Francesco Chinazzo, di Treviso.

 

Juan Carlos Marzi. Esponente riconosciuto della fotografia “di strada “, la street photography, Juan Carlos Marzi, è tra i 100 finalisti del Miami Street Photo Festival 2019, il più importante festival al mondo del settore, che vanta tra i giudici Nikos Economopoulos (Magnum Photos), Eugene Richards, Matt Weber. Già vincitore dell'Italian Street Photo Festival nella categoria “Mobile”, con la foto “ The Countess”, scatto “ rubato “ per le strade di Padova e realizzato con un cellulare, Marzi è uno dei protagonisti della mostra di Street Photography, allestita all'History Miami Museum fino a metà gennaio, e che in primavera approderà al Milano Street Photo festival 2020.

 

 

Francesco Chinazzo. Fotografo pubblicitario, eccellenza della fotografia nazionale, Francesco Chinazzo è stato selezionato per partecipare alla WPC, le Olimpiadi della fotografia 2020, entrando nel team Italia e piazzandosi sul podio della categoria Arte fotografica digitale. La WPC – World Photographic Cup - 2020 è un’organizzazione nata negli Stati Uniti, che oggi copre 40 nazioni in 5 continenti, componendo una squadra dei migliori 18 fotografi per ogni nazione. A marzo a Roma, si saprà con che medaglia Chinazzo onorerà la Marca.

 

 

Entrambi i fotografi hanno scoperto la passione per la fotografia da ragazzi. Juan Carlos Marzi ha scattato le prime foto all'età di 15 anni. Dopo diversi studi nel settore è diventato professionista nel 2013. Ora lavora (anche) in provincia di Treviso come fotografo di matrimoni ed eventi, proponendo questo suo “ punto di vista “ come suo stile personale. Da anni fotografo ufficiale della Onlus Dottor Sorriso (Milano) e Spazio Aperto Servizi. Allievo del noto e pluripremiato Fotoreporter Valerio Bispuri. Sue mostre personali e collettive a Udine, Trieste, Roma, Milano, Genova, Amsterdam, Madrid, Cracovia. In questo momento è in mostra con gli Autori del Friuli Venezia Giulia per il CRAF a Palazzo Tadea, di Spilimbergo, dal 14 dicembre 2019 al 30 gennaio 2020. Titolare dello studio Palomar di Villorba, Chinazzo dal 2018 è tra i fondatori di CentroDava.it a Villorba, laboratorio creativo di arti audio-visive. La fotografia l’ha scoperta a 14 anni, nella camera oscura di un amico, dopo aver passato un’infanzia ‘timida e silenziosa’ a osservare il paesaggio del Piave, del Montello, gli oggetti e le ombre che questi proiettavano. Dopo il liceo artistico a Treviso e la frequenza della scuola di fotografia a Padova, Chinazzo nel proprio studio segue due filoni/progetti: il ‘Line up’, un insieme di fotografie dove linee, vettori, vengono ordinati e semplificati, dove le pose sono ricercate e costruite, e il ‘Im not ink’, dove vengono ritratte soprattutto modelle tatuate ingaggiate nel bacino dei social abituate a tutt'altri approcci fotografici e interpretate in modo diverso. Chinazzo predilige il bianco e nero perché - dice -‘suggerisce, anziché affermare’, Marzi è attratto anche dalla sfida del colore e dalla sua vena ‘umoristica’.

 

 



Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×