I formaggi a latte crudo di Erica e Eros

A Istrana, un piccolo allevamento di grande qualità

| Sara Armellin |

immagine dell'autore

Sara Armellin | commenti |

ISTRANA - Gioventù, convinzione e voglia di farcela: questi sono gli ingredienti che rendono unica l’azienda agricola I Manti, gestita da Erica e Eros Torresan, coppia affiatata nella vita e nel lavoro. Si sono conosciuti sui banchi di scuola, all’istituto Agrario: Eros, classe 1987, ha sempre avuto una stalla in casa, fin dai tempi del nonno. Poi il padre ha proseguito l’attività agricola di famiglia, portando avanti il piccolo allevamento di vacche da latte e conferendo il latte a un noto caseificio locale.

Ma il cambio di passo è avvenuto nel 2019, con la nascita dell’ultima generazione dei Torresan. Poco prima della pandemia, Erica, classe 1991, si è fatta coraggio e ha deciso di avviare un piccolo caseificio in modalità Piccola Produzione Locale per provare a trasformare e vendere direttamente il latte di alta qualità prodotto dalle mucche dell’azienda agricola di famiglia. Con dei risultati decisamente ottimi!

Tutto parte dall’alimentazione delle bovine, una trentina in mungitura più altre venti tra asciutte e manze. Eros, con l’aiuto del padre, coltiva da sé la maggior parte del foraggio nei 10 ettari tra affitto e proprietà. La stalla, spaziosa e ben areata, è proprio dietro casa, così che le vacche sono costantemente seguite nell’approvvigionamento di fieno fresco e nel monitoraggio del benessere. La munta non è automatizzata nell’accesso, che avviene spontaneamente, ed è sempre presidiata da Eros e Erica, che viene a prendersi di persona i tre vasi di latte che trasforma quotidianamente nel piccolo caseificio a 2 passi dalla stalla.

Dalle caliere escono ricotte, yogurt, formaggi freschi e mozzarelle; nonché latteria e caciotte, che vengono poi speziate, e formaggi destinati anche a 9 e più mesi di maturazione nella cella creata ad hoc, dove riposano i vari esperimenti in cui Erica si diletta. Perché l’arte casearia, la nostra ragazza l'ha appresa non sui libri, ma facendo e sbagliando, chiedendo sempre consiglio ad altri allevatori – casari e provando con tenacia. Il risultato è da leccarsi i baffi: il latteria profuma di buon latte, con una cremosità invitante e un sapore decisamente genuino.

E come tutte le cose buone, il passaparola sta facendo il suo dovere: il banco della vendita, a vista sul caseificio, offre i prodotti secondo la disponibilità, con anche una piccola quantità di latte pastorizzato in bottiglia a disposizione per i clienti. I formaggi invece sono tutti fatti con il buon latte rigorosamente a crudo delle brune curate e nutrite da Eros. Se siete quindi dalle parti di Istrana, una tappa è assolutamente consigliata: sia per assicurarsi un ottimo formaggio, sia per dare coraggio a questa giovane coppia che spera di aver intrapreso la giusta via per garantire un giusto sostentamento alla loro nuova famiglia.

 



foto dell'autore

Sara Armellin

Agenda

Dello stesso argomento

immagine della news

02/01/2024

Oltre due milioni per le ville del Montebellunese

Interventi per: Villa Barbaro, Villa Benzi e il teatro Maffioli di Caerano, ma anche il MEVE di Montebelluna, il Memoriale Brion di Altivole, Villa Onigo a Trevignano e Villa Lattes a Istrana

In collaborazione con:

Con il supporto di:

Scrivi a Treviso a Tavola:

Scrivi alla Redazione Segnala un Evento

Grazie per averci inviato la tua notizia

×