19 ottobre 2021

Vittorio Veneto

La foresta del Cansiglio finisce su "Linea Verde" con la sua "pasciona"

E’ un’estate da superstar quella che attende il Cansiglio

|

|

La foresta del Cansiglio finisce su

CANSIGLIO - E’ un’estate da superstar quella che attende il Cansiglio a partire già da domenica 15 agosto. Il giorno di Ferragosto, infatti, su RaiUno alle ore 12:20, la puntata settimanale di “Linea Verde”, la celebre e storica trasmissione dedicata all’ambiente, alla natura e all’agricoltura sarà ambientata nella Foresta demaniale regionale del Cansiglio, l’antico “Bosco da reme” della Repubblica Serenissima oggi gestito da Veneto Agricoltura. Le riprese in Cansiglio, da parte della troupe Rai, sono state effettuate nelle scorse settimane e precisamente nei giorni in cui tutto il sottobosco della grande faggeta si era dipinto di verde grazie all’effetto “pasciona”, ovvero la contemporanea germinazione di milioni di semi di faggio.

 

Un fenomeno naturale, questo, che non capita tutti gli anni e che aveva attirato l’attenzione dei produttori della trasmissione “Linea Verde”. Ma che cos’è la “pasciona”? Forse non è ben conosciuto il fatto che gli alberi comunicano tra loro attraverso “messaggeri chimici” che consentono di sincronizzare la loro fioritura e fruttificazione. Quando arriva un anno di “pasciona”, appunto una grande produzione di frutti, questa si manifesta su enormi superfici e in modo simultaneo e spettacolare. Nel Veneto, il 2020 è stato per il faggio un anno di “pasciona”, il cui effetto si è manifestato nelle scorse settimane in maniera straordinaria e per pochi giorni sul suolo delle faggete: in pratica, il germogliamento simultaneo di milioni di semi caduti lo scorso anno è stato spettacolare. Quasi inevitabile dunque l’arrivo in Cansiglio delle telecamere Rai che hanno immortalato questo fantastico fenomeno che i telespettatori potranno vedere nella puntata di domenica prossima.

 

L’estate da superstar del Cansiglio, la più grande e bella faggeta delle Alpi, non si ferma comunque qui. Nel prossimo mese di settembre sono infatti in programma due imperdibili eventi dedicati agli operatori, agli appassionati dei boschi, del legno e della montagna, ma anche alla storia delle Repubblica Serenissima. Per due fine settimana consecutivi (10-11-12 e 18-19) l’area dell’Hangar del Cansiglio, la struttura appartenuta al triste periodo della Guerra Fredda, oggi trasformata da Veneto Agricoltura in straordinario luogo di cultura, ospiterà i due eventi ovviamente aperti al pubblico. Più in dettaglio, nel week-end dal 10 al 12 settembre si svolgerà la “Fiera e il Festival delle Foreste & Boster Nord Est 2021”, kermesse organizzata d’intesa con Longarone Fiere Dolomiti, che proporrà una interessante serie di mostre, convegni, laboratori, corsi, esposizioni e dimostrazioni in foresta del meglio della meccanizzazione forestale.

 

Sabato 18 e domenica 19 settembre, invece, è in programma un tributo ai 1600 anni di Venezia (421-2021) e al suo rapporto strategico (vitale) e sostenibile con le foreste. Anche in questo caso sono in programma, sempre nell’area dell’Hangar, esposizioni e mostre aperte al pubblico, convegni, focus e dibattiti incentrati sull’importanza dei boschi, e nello specifico del “Bosco da reme” del Cansiglio, per la nascita e l’affermazione nei secoli della Repubblica di Venezia. OT

 



Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×