30/11/2022nuvoloso

01/12/2022pioviggine

02/12/2022pioviggine

30 novembre 2022

Nord-Est

I fiumi "respirano", agosto con piogge sopra la media in Veneto

E' la prima volta da 8 mesi, falde ancora in situazione critica

| Ansa |

| Ansa |

I fiumi

VENEZIA - Respirano, dopo le piogge di agosto, gli invasi dei fiumi del Veneto, risentendo positivamente delle precipitazioni registrate dopo la metà del mese.

Per la prima volta da 8 mesi (novembre 2021) agosto ha fatto registrare a livello regionale piogge superiori alla media storica del periodo (+20%).

Lo afferma l'ultimo bollettino dell'Anbi, che misura l'andamento delle risorse idriche. Mediamente sono caduti in agosto sul Veneto 121 millimetri di pioggia - in termini assoluti 2..233 milioni di metri cubi di pioggia. a fronte di una media del periodo 1994-2021 di 101 mm. Le precipitazioni si sono concentrate nella seconda metà del mese. Il surplus pluviometrico più marcato si è verificato sul bacino dell'Adige (67%) a parziale ristoro di una situazione idrologica molto preoccupante nei giorni subito precedenti a Ferragosto. Un evento meteo, con un passaggio di un fronte freddo, ha fatto ricomparire perfino la neve, alle quote sopra i 2.700 metri.

Continua tuttavia, rimarca l'Anbi, lo stato di grave criticità per le falde acquifere, in molti casi al livello minimo degli ultimi 20 anni. Gli invasi sul Piave hanno mostrato una tendenza alla decrescita nel corso di agosto, con una lenta ripresa dopo gli ultimi giorni di precipitazioni. Al di sotto della media la quantità d'acqua sul bacino del Corlo (Brenta), mentre è sostanzialmente stabile, seppur sotto la media, la quota di invaso dei bacini sul fiume Adige.

 



Ansa

Dossier

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×