23/05/2022pioggia e schiarite

24/05/2022possibili temporali

25/05/2022pioggia debole e schiarite

23 maggio 2022

FINANZIAMENTO AI PARTITI: UNA RIFORMA PER CONTROLLARE GLI ELETTORI

Categoria: Notizie e politica - Tags: Truffa, finanziamento partiti, 2 per mille, donazioni

immagine dell'autore

Francesca Salvador | commenti | (10)

Nelle principali testate di regime, ho letto quanto segue,

In TV non so dirvi cosa abbiano raccontato poiché non ce l’ho più da tre anni, ma credo che, quando si tratta di imbrogliare i cittadini, siano tutti allineati, dx-sx-centro:

 

“Basta soldi dello Stato ai partiti. Via a un sistema basato sulle donazioni dei cittadini. E' l'effetto del decreto sull'abolizione del finanziamento pubblico diretto, varato il 13 dicembre dal Consiglio dei ministri. A decorrere dall'anno finanziario 2014, ciascun contribuente potrà destinare il 2 x 1000 dell'Irpef a un partito politico che abbia uno statuto che garantisce trasparenza nella gestione e regole per la democrazia interna. Dal 2017, quindi, la vita delle forze politiche dipenderà soltanto dalle erogazioni dei privati.”

 

E ancora una volta mi chiedo, ma quando la finiranno di prenderci in giro?

Chiariamo:

1) i soldi saranno ancora quelli dello stato (mi risulta che il 2 x mille passerà dalle casse dello stato a quelle dei partiti)

2) I CITTADINI SONO OBBLIGATI A PAGARE questo  2 x mille, non possono decidere se tenerselo in tasca o no.

 

Ma non è finita qui, eh no, sarebbe troppo comodo per noi cittadini, in questo regime di libertà vigilata… ehm, scusate, volevo dire di “democrazia”.

Perché l’effetto più dirompente, sarà il seguente, ben illustrato in poche righe dall’avv. Marco Della Luna.

Buona lettura e buon divertimento (per i pochi che riescono a non “incavolarsi”)

 

FINANZIAMENTO DEI PARTITI: UNA RIFORMA PER CONTROLLARE GLI ELETTORI

 

 

Grazie a questa riforma, i partiti, semplicemente leggendo la tua dichiarazione dei redditi, vedranno a chi dai il tuo 2 per mille!

 

E’ come consentire loro di spiare nella cabina elettorale e vedere come voti.

 

 

E' come consentire loro di spiare nella cabina elettorale e vedere come voti.

 

Se si voleva evitare questo spionaggio, bastava rendere anonima la scelta facendo apporre la crocetta su tessera da infilarsi in una busta anonima e non trasparente.

Ma evidentemente lo scopo era proprio di consentire lo spionaggio e il condizionamento del voto.

 

Quindi, se abiti, per esempio, in Toscana o in Emilia-Romagna e vuoi un posto di lavoro o semplicemente evitare guai con la pubblica amministrazione, adesso sei costretto a dare il 2 per mille a un preciso partito politico.

 

E guai a te se lo dai a un partito sgradito!

 

Un ottimo modo per stabilizzare il potere dei partiti sulla società, davvero, e non soltanto le loro rendite.

 

Altro che “adesso il potere è tutto degli elettori”, come ha dichiarato Letta, altro che “protagonismo dei cittadini” annunciato da Alfano:

adesso la casta ha più controllo che mai sugli elettori.

 

Ecco perché questa riforma è furba, orwellianamente furba.

 

Non perché una riforma simile era già disegno di legge in attesa di voto, e col decreto di legge Letta si sono allungati di tempi e si è reso altresì possibile, per la maggioranza, lasciar decadere il decreto legge non convertendolo nei 60 giorni.

 

Non perché, nel migliore dei casi, diverrà operativa fra tre anni.

 

Ma perché rafforza la partitocrazia e toglie libertà ai cittadini.

 

Ora l’illuminato ideatore di questa geniale riforma sia premiato come gli spetta: con l’elevazione all’onore del Quirinale!

 

13.12.13      Marco Della Luna

 

.



Commenta questo articolo


Diciamoci la verità, la democrazia, nel vero senso della parola non esiste, almeno qua in Italia. Chiudi la porta ed entrano dalla finestra, facendo anche danni. E' proprio come lottare contro i mulini a vento, uno sforzo inutile e pure pericoloso.
I partiti vogliono i soldi, e nonostante il referendum dove il popolo ha manifestato la volontà di eliminarne il finanziamento, cambiano le leggi e i soldi se li prendono lo stesso.
E oltre il danno anche la beffa: alle prossime elezioni vinceranno sempre gli stessi, anche a causa di quelli che non vanno a votare.

segnala commento inopportuno

Allora ci dica figliuolo, chi dovremmo votare alle prossime elezioni?

segnala commento inopportuno

Paparino, arrangiati, Leggiti i programmi di ogni partito (come ho fatto io) e vota di conseguenza, ma devo proprio insegnarti tutto?

segnala commento inopportuno

Bene credici pure ai programmi dei partiti, ci credevo anch'io una volta poi mi sono reso conto che erano tutti delle fotocopie piene di chiacchere e ho cominciato a odiarli i partiti. Ma te sei ancora giovane figliuolo imparerai con il tempo......

segnala commento inopportuno

non capisci nulla. Se un partito dopo che è sto al governo non ha rispettato il suo programma non lo si rivota più. Cosa che non accade in Italia visto che rivotano sempre gli stessi!
E ti avevo gia scritto che poi non sono così tanto giovane... ma probabilmente manco le leggi le risposte.

segnala commento inopportuno

Mi scusi se mi intrometto, Sig. Scorretto, ma potrebbe evitare di dare del "figliuolo" al Sig MarcoM, che è una cosa che lo manda letteralmente in bestia?

segnala commento inopportuno

DISONESTA' INTELLETTUALE
Michele Bastanzetti
31/12/2013 - 6:49

GURU DE 'NA OLTA

V.M. 18 (inequivocabile etichetta film a luce rossa)? Allora manco li apro. Certo che fare gli auguri di Buon Anno con un hard sarà pure controcorrente ma mi pare una caduta di stile non da poco. Mah… non ci sono più i Guru di una volta…


Michele Bastanzetti
02/01/2014 - 16:43

METTIAMOLA ALLA PROVA

Cara Francesca In realtà, secondo me, sei lusingata dall' attenzione che ti dedico. Tra l'altro, prima che io entrassi in azione, lo spazio-commenti del tuo blog era un vero mortuorio.
Ma ora ti metto alla prova.
Se vuoi veramente che non scriva più una riga di commento su ciò che pubblichi
DIMMELO ORA A CHIARE LETTERE.
E non scriverò mai più una riga su di te. Forza. Son proprio curioso...


Francesca Salvador
02/01/2014 - 17:18

ACCETTATO

Caro Michele,

Mi sta bene. Lo dico a chiare lettere.

Io sarei felice se tu, da subito, non scrivessi più una riga di commento su ciò che pubblico, e che tu non scriva mai più una riga su di me.

segnala commento inopportuno

Mi sembrava del tutto evidente che il mio non era altro che un astuto test per misurare la sua disponibilità ad accettare il contraddittorio. No, lei le persone che osano criticarla le ridurrebbe al silenzio eterno (dopo averle insultate persino storpiandone infantilmente il cognome...). Potendo,le spedirebbe anche in Siberia? Fortunatamente, per come lo conosco, OT è uno spazio libero dove la libertà di parola NON dipende dal consenso della Sig.ra Salvador. Cordialità.

segnala commento inopportuno

DISONESTA' INTELLETTUALE
DISONESTA' INTELLETTUALE
Michele Bastanzetti
31/12/2013 - 6:49

GURU DE 'NA OLTA

V.M. 18 (inequivocabile etichetta film a luce rossa)? Allora manco li apro. Certo che fare gli auguri di Buon Anno con un hard sarà pure controcorrente ma mi pare una caduta di stile non da poco. Mah… non ci sono più i Guru di una volta…


Michele Bastanzetti
02/01/2014 - 16:43

METTIAMOLA ALLA PROVA

Cara Francesca In realtà, secondo me, sei lusingata dall' attenzione che ti dedico. Tra l'altro, prima che io entrassi in azione, lo spazio-commenti del tuo blog era un vero mortuorio.
Ma ora ti metto alla prova.
Se vuoi veramente che non scriva più una riga di commento su ciò che pubblichi
DIMMELO ORA A CHIARE LETTERE.
E non scriverò mai più una riga su di te. Forza. Son proprio curioso...


Francesca Salvador
02/01/2014 - 17:18

ACCETTATO

Caro Michele,

Mi sta bene. Lo dico a chiare lettere.

Io sarei felice se tu, da subito, non scrivessi più una riga di commento su ciò che pubblico, e che tu non scriva mai più una riga su di me.

segnala commento inopportuno

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×