30/11/2021sereno

01/12/2021pioviggine e schiarite

02/12/2021pioggia

30 novembre 2021

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Il Festival della Cultura di Moriago tra arte, spettacoli, storia e visite naturalistiche “In cerca di bellezza”

Domenica 3 ottobre si parte con lo scrittore Alessandro Marzo Magno e il fotografo Luca Campigotto per celebrare i 1600 anni di Venezia

| Lieta Zanatta |

| Lieta Zanatta |

L'artista Cesco Magnolato e la critica d'arte Lorena Gava

MORIAGO – Un Festival che viene proposto con entusiasmo in un comune piccolo di abitanti ma dai grandi intenti. Senza avere timore di mostrare dell'ambizione che non guasta mai quando si parla di Cultura. Moriago lancia la 5a edizione del Festival della Cultura che si terrà dal 3 ottobre al 10 giugno 2022. Avrebbe dovuto essere il sesto anno in programma, ma il Covid ha bruciato l'edizione che avrebbe dovuto tenersi nel 2020. Poco male. Il 2021 vede la critica d'arte Lorena Gava alla conduzione artistica del programma “In cerca di bellezza”, con una vasta gamma di iniziative per i più esigenti e per tutte le età. Non solo presentazioni di libri, mostre di pittura, scultura e fotografia, spettacoli teatrali, concerti in piazza, ma anche corsi di computer, incontri per saper comporre un ikebana, imparare a scolpire la frutta, conoscere 24 specie di orchidee selvatiche, letture performative, visite naturalistiche, storia, alimentazione, e molto altro. Impossibile non trovare qualcosa che non incontri i gusti dei più difficili.

(Lo scrittore e giornalista Alessandro Marzo Magno)

“La volontà è che i luoghi del Festival, dalla Casa del Musichiere alle piazze, raccolgano gli impulsi, le passioni e l'effervescenza delle idee per diventare quelle che una volta erano le botteghe rinascimentali, dove tutti facevano parte di un qualcosa di più grande che è diventata nel tempo la nostra storia e il nostro essere oggi” spiega con entusiasmo Lorena Gava, che annuncia il primo appuntamento di domenica tre ottobre dal titolo I 1600 anni di Venezia: porta d’Oriente e d’Occidente, di libri e di viaggi alla Casa del Musichiere con lo scrittore e giornalista Alessandro Marzo Magno che presenterà il libro L'inventore di libri. Aldo Manuzio. Venezia e il suo tempo mentre il fotografo Luca Campigotto inaugurerà la mostra Disoriente con l'introduzione critica di Gava (visibile fino al 17 ottobre. Orari: sabato dalle 16 alle 19; domenica e festivi dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19, con visite guidate nei giorni feriali su prenotazione allo 0438.890834 oppure scrivendo a info@moriagoracconta.it).

(L'orchidea Orprys apifera)

Il Corso Tecnologia Amica sarà il tema della serata di mercoledì 7 ottobre alle 20,30 che vede la presentazione del corso di computer e nuove tecnologie a cura del dottor Arturo Panciera, sull’utilizzo del pc, del tablet e del cellulare. Un Corso di disegno e pittura si terrà sempre alla Casa del Musichiere 15 ottobre alle 18,30 a cura del professore Guido Raimondi, per introdurre le persone alle prime armi al disegno e alla pittura attraverso l’armonizzazione dei colori e di alcune tecniche base. La Storia con Gli Arditi. Le truppe d'assalto italiane sarà invece la protagonista alla Casa degli Alpini con Carlo Bianchi e Tonino Fuser. Sarà un racconto fatto dalle foto inedite sulle prime forze speciali (Reparti d’Assalto) dell’arma di fanteria del Regio Esercito italiano.

(L'artista Cesco Magnolato)

Ci saranno poi le iniziative di ogni mese a venire, che si possono trovare nel libretto con il programma che è stato consegnato ad ogni famiglia moriaghese, e scaricabile dal sito www.comune.moriago.tv.it. Tra i tanti, due eventi da segnalare: la mostra Le terre del basso Piave tra natura e memoria di Cesco Magnolato, pittore e incisore di caratura nazionale, arrivato alla soglia delle 95 primavere. L'esposizione verrà allestita tra il 7 e il 21 novembre prossimi alla Casa del Musichiere.

(Il sindaco di Moriago Giuseppe Tonello)

“Siamo una piccola realtà – esordisce Giuseppe Tonello, sindaco di Moriago - Eppure questo Festival è stato un crescendo in questo cinque anni e il programma che proponiamo per questa edizione è pensato per ogni fascia di età e spessore. Tra le novità di quest'anno abbiamo per esempio le visite naturalistiche ai Palù e all'Isola dei Morti. Qui, in primavera, si possono contare fino a 24 specie di orchidee selvatiche, una particolarità che rende unico il nostro territorio. L'impegno che facciamo per tenere in auge questo Festival per nove mesi non è da poco, soprattutto se pensiamo allo sforzo economico che c'è dietro. Ma basta crederci, e le risorse si trovano. Tanto che tra gli sponsor che ci sostengono e aiutano abbiamo la Regione e la Provincia”.

Per informazioni e contatti:

Biblioteca Comunale via Manzoni 2

Tel. 0438 890834

info@moriagoracconta.it

www.moriagoracconta.it

(Monumento ai Caduti nell'Isola dei Morti sul Piave)

 


| modificato il:

Lieta Zanatta

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×