25/02/2024parz nuvoloso

26/02/2024pioggia debole

27/02/2024rovesci di pioggia

25 febbraio 2024

Nord-Est

Fango dai rubinetti. In Friuli 20.000 persone senza acqua

|

|

acqua sporca

L'ondata di maltempo che ha colpito le provincie di Udine e Pordenone ha provocato danni considerevoli in diversi comuni, costringendo le autorità locali e i residenti a mobilitarsi per affrontare la situazione. Dopo i violenti temporali che hanno causato allagamenti, esondazioni, frane e smottamenti giovedì e venerdì scorsi, la giornata di ieri è stata un momento di conteggio dei danni e delle azioni di soccorso messe in atto.

Acqua Non Potabile e Ordinanze in Vigore
Una delle principali preoccupazioni riguarda l'acqua potabile, con l'acquedotto Poiana che lavora incessantemente per risolvere il problema dell'intorbidimento dell'acqua. Questo problema ha colpito circa 20.000 persone tra Cividale del Friuli, Moimacco, Premariacco e Buttrio. Tuttavia, a causa del livello ancora elevato del fiume Natisone, è difficile individuare il danno alle condotte. Si dovrà attendere il ritorno alla normalità del fiume per effettuare una valutazione accurata. Finora, sono state svuotate e pulite le condutture e il serbatoio di monte Bovi, il che ha già portato a una migliorata qualità dell'acqua a Cividale.

Altri comuni colpiti, come Moimacco, Premariacco e Buttrio, dovranno attendere l'esito delle analisi di laboratorio per dichiarare conclusa l'emergenza idrica. Pertanto, si consiglia alla popolazione di non utilizzare l'acqua per scopi alimentari senza una preventiva bollitura.

Anche il Cafc, un altro gestore provinciale, ha adottato misure simili per i residenti di Forgaria nel Friuli, Paluzza, Tolmezzo e Pulfero. La situazione resta complessa, ma le autorità stanno lavorando instancabilmente per garantire che l'acqua torni ad essere potabile al più presto.

Scuole Chiuse e Lavori in Corso
Le scuole a Forgaria nel Friuli sono rimaste chiuse anche ieri per precauzione a seguito degli eventi atmosferici che hanno colpito il comune e le sue frazioni. Il sindaco Pierluigi Molinaro ha deciso di prendere questa misura per garantire la sicurezza dei residenti.

I tecnici della Protezione Civile regionale e gli ingegneri di Edr hanno effettuato sopralluoghi per valutare i danni causati da smottamenti, frane e allagamenti. La frazione di Cornino è stata isolata a causa dell'esondazione di un torrente, ma il problema è stato risolto, consentendo alle persone di tornare alle loro case.

Anche a Trasaghis, in particolare ad Avasinis, l'acqua ha causato allagamenti e danni alle abitazioni. La Protezione Civile e i tecnici di Edr hanno lavorato instancabilmente per ripristinare la situazione, e la strada ex provinciale 5 da Ragogna a Pinzano è stata riaperta.

Situazione sulla Costa
Le spiagge di Lignano e Grado si sono presentate coperte da tronchi, ramaglie e alberi, trasportati dalle forze delle acque dei fiumi, in particolare dal Tagliamento. Questo evento è avvenuto dopo che il fiume Tagliamento ha messo a dura prova Latisana, rischiando di esondare e allagare una zona densamente popolata.

Sulla spiaggia si è accumulata una grande quantità di legname e detriti vari, e si stima che il costo per il ripascimento delle spiagge erose dalle mareggiate possa essere vicino a 4 milioni di euro, anche se un bilancio definitivo non è ancora disponibile.

Nonostante gli impatti, i "geotubi" installati in precedenza sotto la spiaggia hanno dimostrato di essere efficaci nel mitigare i danni. Tuttavia, la tenuta strutturale del Faro Rosso è ancora in fase di verifica.

L'emergenza maltempo nella provincia di Udine ha richiesto un impegno straordinario da parte delle autorità e della Protezione Civile, mentre la comunità locale ha dimostrato resilienza e solidarietà di fronte a questa difficile situazione. Con il passare del tempo e il progresso nelle operazioni di soccorso, si spera che la normalità possa essere ripristinata in breve tempo.


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 



Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×