02 marzo 2021

Mogliano

Famiglie in difficoltà economica e, secondo la minoranza, dimenticate dall'Amministrazione

L’opposizione: “Il Comune non può accontentarsi delle risorse che arrivano dal Governo, ma deve investire anche le proprie per le famiglie in difficoltà”

| Manuel Trevisan |

immagine dell'autore

| Manuel Trevisan |

Consiglio Comunale di Mogliano Veneto

MOGLIANO – Il perdurare della pandemia da Covid-19 ha evidenziato l’aggravarsi di alcune situazioni di difficoltà economica e sociale dei nuclei familiari, con problematiche pregresse. Un quadro che anche a Mogliano Veneto, come testimoniano le associazioni di volontariato presenti sul territorio, è andato sempre più peggiorando.

Ecco perché, nel corso del Consiglio comunale svolto in streaming ieri sera, i Consiglieri comunali di opposizione hanno manifestato la loro preoccupazione sulla variazione di bilancio proposta dalla maggioranza, in quanto: “non presenta misure concrete che impieghino risorse proprie del Comune, per le famiglie in difficoltà”.

“Le prossime politiche di sostegno ai nuclei familiari in difficoltà – spiegano infatti i membri dell’opposizione - verranno finanziate con fondi statali e regionali con progetti vincolati che raggiungeranno solo una parte di loro. La Giunta, infatti, ha deciso che le risorse liberate dall’arrivo dei fondi governativi, andranno ad anticipare metà della nuova riqualificazione del cimitero monumentale di Mogliano Veneto, prevista inizialmente per il 2021. L’importo di questo primo stralcio dell’opera drenerà risorse per mezzo milione di euro dalle casse del Comune, una cifra enorme di cui una buona fetta doveva essere destinata a misure sociale universali immediate, per la popolazione in difficoltà”. L’emergenza oculi nel cimitero centrale esiste, ma si poteva diluire l’opera in più stralci e realizzarli come previsto nel 2021.

“Con parte di quella cifra – continuano - si dovevano erogare nuovi slot di buoni spesa, sussidi per affitti e bollette, contributi per le associazioni culturali e di volontariato, alimentare ulteriormente il fondo Confidi a favore delle attività produttive. Se non ci fossero le possibilità, ci si potrebbe tranquillamente accontentare dei provvedimenti governativi o di quelli finanziati con i contributi dei cittadini, ma le risorse ci sono e anche in abbondanza, il problema è che vengono spesi altrove e male”.

“In questo momento l’unica opera pubblica a cui dovremmo pensare tutti, a prescindere dal colore politico, è la lotta alla povertà per non lasciare indietro nessuno. Una volta portato a casa questo obiettivo possiamo discutere di tutto, ma fino a quel momento non ci possono essere altri obiettivi da perseguire”, concludono infine i Consiglieri comunali di opposizione.


Prima del voto, che ha approvato la variazione di bilancio, il sindaco Davide Bortolato ha sottolineato che: “I ristori per i cittadini in difficoltà, come mostrano i dati su quanto abbiamo investito per la spesa sociale, sono stati messi. Se fosse servito incrementare questa spesa lo avremmo sicuramente fatto ma attualmente non c’è necessità. Inoltre non bisogna dimenticare le precedenti variazioni di bilancio in cui abbiamo previsto tanti aiuti alle associazioni culturali e non solo. Per quanto riguarda l’opera del cimitero – conclude – è assolutamente necessaria, perché se la si facesse in più stralci si andrebbe a spendere di più. Con questa scelta abbiamo fatto economia di scala a seguito di un’attenta definizione di quello che era necessario fare.”

 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Manuel Trevisan

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×