23/05/2022pioggia e schiarite

24/05/2022possibili temporali

25/05/2022pioggia debole e schiarite

23 maggio 2022

Conegliano

La fabbrica del ghiaccio (prima della Zoppas)

La storia, ricca di aneddoti, di uno stabilimento industriale che fu gestito da una donna, ben prima di ottenere il diritto al voto

|

|

La fabbrica del ghiaccio (prima della Zoppas)

CONEGLIANO - Prima della Zoppas e della Zanussi e dell’Electrolux. Prima dei frigoriferi intelligenti e internettiani. Prima di ciò che ora ci sembra “normale” c’era il ghiaccio. Da creare, confezionare e trasportare, come una merce. A Conegliano, un secolo fa, c’era una grande fabbrica del ghiaccio. A guidarlo, dagli anni Trenta fu una donna, Emma Pegoraro.

 

Vedova, con quattro figli a carico, Emma - cresciuta nel ridotto del teatro Malibran a Venezia - fu una delle prime imprenditrici della storia coneglianese. Nata nel 1885, è vissuta sino a 104 anni.

 

Prima di spegnersi, senza inforcare nemmeno un paio di occhiali, ha vinto un concorso nazionale di ricamo che l’ha portata anche a incontrare papa Giovanni Paolo I.

 

A Conegliano gli anziani se la ricordano ancora: lei era la “signora del ghiaccio”. Sul Quindicinale in edicola la storia di Emma e di una fabbrica d’altri tempi.

 

Scarica la copia digitale del Quindicinale 

 

 

 



Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

immagine della news

08/04/2022

La contessa degli acquerelli

La contessa Francesca Balbo di Vinadio ha dimostrato fin da piccola una predisposizione alla pittura, che il padre aveva subito intuito e supportato

immagine della news

08/04/2022

L'avventura di Francesco Carraro

La sua storia? La racconta nel Quidicinale in uscita in questi giorni un “testimone” d’eccezione: Giovanni Carraro, uno dei suoi figli

immagine della news

23/03/2022

Sapori vittoriesi ai Caraibi

La bella storia dei Rosini. Una grande famiglia vittoriese che quarant’anni fa si è trasferita a Guadalupa

immagine della news

15/02/2022

"Non sono una diva"

Federica Girardello interpreta la moglie di Stefano Accorsi nel film Non mi lasciare

immagine della news

01/02/2022

Cambiamo nome al Cansiglio!

La proposta è del medico pediatra Tiziano Uliana, autore del volume “Canzei. L’altopiano scopre la propria identità”

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×