24 ottobre 2020

Ambiente

EY con Puliamo il Mondo 2020 per 'un messaggio di speranza'.

| AdnKronos |

| AdnKronos |

EY con Puliamo il Mondo 2020 per 'un messaggio di speranza'.

Roma, 28 set. (Adnkronos) - EY con Legambiente per ‘Puliamo il Mondo 2020’, edizione italiana di Clean up the World, il più grande appuntamento di volontariato ambientale del mondo. “Siamo orgogliosi di essere al fianco di Legambiente nell’iniziativa Puliamo il Mondo 2020 e lanciare un messaggio di speranza e futuro sostenibile in un momento importante per il nostro Paese. Centinaia di colleghi EY dislocati su tutto il territorio nazionale hanno aderito con entusiasmo a questo progetto. Vogliamo avere un impatto positivo sulle comunità dove operiamo e contribuire a costruire un mondo migliore per le nuove generazioni”, spiega Massimo Antonelli, Ceo di EY in Italia ().

Oltre ai tradizionali spazi urbani, piazze, strade, vie, aree verdi, giardini, l’edizione 2020 ha coinvolto anche la pulizia e la valorizzazione di spiagge e sponde dei fiumi, per evidenziare come la grande emergenza dei rifiuti in mare dipende da abitudini e modelli di produzione e consumo sulla terraferma.

Con questa iniziativa, EY rafforza la collaborazione con Legambiente, iniziata nel 2019 con un percorso per costruire un #BetterWorld, partendo dalla distribuzione di borracce in alluminio ai 6.000 dipendenti dislocati sul territorio nazionale. Misura che ha permesso di ridurre drasticamente l’utilizzo di bottiglie di plastica, risparmiando una media di 340.000 bottiglie e 300.000 bicchieri di plastica all’anno.

Queste iniziative di volontariato aziendale si inseriscono in una ampia strategia di Corporate Social Responsibility, basata su progetti concreti per supportare le nuove generazioni, le imprese a impatto sociale e il terzo settore, con una grande attenzione verso l’ambiente e la cultura.

Il progetto EY Ripples, ad esempio, è un programma globale che permette alle persone di EY di ‘donare le proprie competenze’ canalizzando talento ed esperienza per far fronte alle sfide sociali più impegnative. “Quest’anno contiamo di coinvolgere più di 600 nostri giovani in quelli che noi chiamiamo EY Ripples, si tratta di programmi di volontariato tramite i quali le nostre persone donano le proprie competenze laddove ce n’è bisogno, quindi per iniziative di carattere sociale e ambientale. Ad esempio, lo abbiamo fatto nelle scuole dove in collaborazione con Junior Achievement abbiamo formato, nonostante il lockdown, più di 5000 studenti su temi di carattere economico e finanziario”, spiega Antonelli.

EY offre inoltre corsi di formazione alle organizzazioni del Terzo Settore e a startup ad alto impatto sociale ed ambientale. Coerentemente con la mission di supportare il talento delle nuove generazioni, EY è presente in Italia anche con la Fondazione EY Italia Onlus che, tra le numerose attività, sostiene un’orchestra sinfonica di Giovani Talenti: La Young Talents Orchestra EY. Nata nel 2013, è composta da 50 giovani musicisti tra i 17 e i 28 anni, provenienti da ogni angolo d’Italia, accomunati dalla grande passione per la musica.

“Stiamo finanziando dei giovani musicisti per fare dei concerti tramite i quali raccogliamo dei fondi che vengono utilizzati per iniziative di carattere sociale - conclude Antonelli - Noi riteniamo sia fondamentale investire sul futuro delle nuove generazioni ed è quello che facciamo ogni anno. Negli ultimi 5 anni abbiamo introdotto nel mondo del lavoro e formato più di 5.600 giovani ma vogliamo dare loro l’opportunità anche di partecipare a dei progetti di responsabilità sociale, quindi donando le loro competenze ampliare i loro skill e la loro visione del mondo”.

 



AdnKronos

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×