18 settembre 2021

Nord-Est

Evasi 5 milioni di euro, blitz della Finanza in un'impresa tessile

Coinvolte imprese riconducibili ad una famiglia cinese, committenti italiani e alcuni commercialisti

|

|

foto d'archivio

VICENZA - E' partita da un blitz notturno presso un laboratorio tessile con annesso dormitorio una operazione della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Vicenza che ha portato a individuare una frode fiscale che ha sottratto all'erario 5 milioni di euro di omessi versamenti e una serie di violazioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Coinvolte imprese riconducibili ad una famiglia cinese, committenti italiani e alcuni commercialisti. Una società per azioni è stata segnalata per responsabilità amministrativa, 8 imprese committenti sono state segnalate all'Inps per evasione contributiva e ad otto persone fisiche appartenenti ad un nucleo familiare di origine cinese è stato applicato un sequestro preventivo fino a 656 mila euro.

Nell'ambito dell'operazione 'Re-itinera' sono state inoltre segnalate all'autorità giudiziaria 16 persone che si sono avvicendate nella gestione "apri e chiudi" per ben 17 volte in un laboratorio tessile sito in Schio (Vicenza). Richiesta ed ottenuta la cessazione d'ufficio della partita IVA rispettivamente di 6 imprese individuali di nazionalità cinese ancora attive e collegate al contesto investigativo. 

 



Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×