17 giugno 2021

Politica

Erdogan: "Italia pensi alla mafia non a mio figlio". Renzi: "Giudici rispondono a leggi non a lui"

|

|

Erdogan:

"L'organizzazione di Gulen assomiglia alla loggia P2. E' peggiore della mafia". Lo ha detto il presiedente turco Recep Tayyip Erdogan ai microfoni di Rainews 24. Rispondendo all'Alto Rappresentante per gli Affari Esteri dell'Ue Federica Mogherini, che aveva condannato il tentato golpe dei giorni scorsi, Erdogan ha affermato: "Non doveva parlare da fuori. Prima di tutto doveva venire qui in Turchia. Ma finora non è venuto nessuno in visita né l'Europa né il Consiglio d'Europa".

Erdogan non risparmia dunque punzecchiature: "Se venisse bombardato il Parlamento italiano cosa succederebbe? Mogherini sarebbe preoccupata?". Il presidente turco interviene anche sull’indagine che a Bologna vede coinvolto il figlio per riciclaggio: "Che si occupino della mafia in Italia, non di mio figlio".

Sulla liberalizzazione dei visti per i cittadini turchi che Bruxelles è pronta a sospendere, Erdogan conferma la linea del ministro degli Esteri turco: "Cavusoglu ha detto giusto: senza la liberalizzazione dei visti per i cittadini turchi la riaccettazione dei migranti in Turchia, si fermerà".

Il presidente turco ribadisce le accuse ai Paesi occidentali rei di sostenere il "terrorismo" e i "golpisti". "Purtroppo l'Occidente sostiene il terrorismo e sta dalla parte dei golpisti", aggiunge in un discorso ad Ankara. "Nel tentativo di colpo di stato ci sono stati attori interni, ma la trama è stata scritta all'estero".

 



Dello stesso argomento

immagine della news

10/04/2021

Pressing di Ankara su Draghi

Diplomazie al lavoro per ricucire, dopo le parole del premier che ha definito Erdogan "un dittatore". La Turchia potrebbe ancora richiamare il suo ambasciatore

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×