28 febbraio 2021

Conegliano

Elezioni a Conegliano, la Lega è chiara: "No tensioni, patti chiari e amicizie lunghe"

Il Carroccio prende tempo: "Il gruppo della Lega non ha affrontato il tema delle candidature”

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

conegliano zambon bet

CONEGLIANO - L’ex sindaco Floriano Zambon torna in campo, ma la Lega non si sbilancia. Nei giorni scorsi, infatti, l’ex sindaco ha si è reso disponibile a candidarsi alle prossime elezioni amministrative, ma il Carroccio prende tempo.

 

“Non posso dichiarare nulla”, rende noto il commissario della Lega di Conegliano, Roberto Bet, parlando di Zambon e di altri eventuali candidati. “Il gruppo della Lega non ha affrontato il tema delle candidature”, spiega l’esponente del Carroccio. A Conegliano, comunque, verrà riproposta l’intesa trovata anche ai piani più alti.

 

La Lega sarà disponibile a dialogare con i gruppi politici che si ritrovano nel centrodestra a livello nazionale. Confesso però che, ad oggi, non ci sono stati ancora incontri ufficiali”. La scelta del Carroccio sarà fondamentale per eleggere il prossimo sindaco, e in questo senso la Lega potrebbe rappresentare, alle prossime amministrative, l’ago della bilancia.

 

“Nessuna preclusione nei confronti di Chies”, ha dichiarato circa un mese fa il commissario provinciale leghista Gianangelo Bof. Ora, però, la disponibilità di Zambon cambia le carte in tavola e impone alla Lega una scelta. Zambon e Chies infatti - viste anche le polemiche degli ultimi mesi - sembrano diventati incompatibili. La Lega, comunque, sta considerando anche soluzioni “esterne”, non appartenenti ai giochi di partito.

 

“Il cantiere delle idee sta mettendo le basi per la costruzione di un gruppo di lavoro che va oltre la Lega – dichiara Bet -. Molti sono i cittadini, i professionisti e gli imprenditori che si sono avvicinati. In questo cantiere vogliamo solo uomini e donne che abbiano voglia di dedicarsi esclusivamente alla propria città. Si lavora solo per la nostra Conegliano con un unico obiettivo, rilanciare la perla del Veneto, uno dei centri produttivi più importanti del Veneto e dell’Italia, l’epicentro delle Colline Unesco, luogo di grande cultura e dalle enormi potenzialità turistiche”.

 

Per questo – continua Bet - “saremo aperti al sostegno di tutte le forze politiche che vorranno appoggiare questo programma. Per noi il prossimo governo non potrà navigare a vista o vivere continue tensioni endoconsigliari, patti chiari sui contenuti e amicizie lunghe”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

immagine della news

27/12/2018

Un commiato...solidale

Nel 2019 aperto il forno crematorio di Conegliano. Con una sala commiato per i non credenti

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×