15 agosto 2020

Montebelluna

Dopo la grandine si fa la conta dei danni a Montebelluna

La grandinata di sabato sera è stata particolarmente violenta ma al contempo brevissima

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Olive a terra

MONTEBELLUNA – “Non si registrano danni a cose o persone”: è la frase di rito che si userebbe in queste circostanze. Già perché nel Montebellunese la grandinata è stata degna di nota per la grandezza di chicchi, mediamente di 4 centimetri, ma al contempo breve e quindi molti hanno pensato che tutto sommato era andata bene, senza grosse conseguenze.

Ci ha pensato il sole all’indomani a mettere in luce quanto accaduto: vigneti, uliveti, frutteti e orti (privi di rete di protezione) sono stati seriamente compromessi. L’area più compromessa è quella del Montelletto dove in particolare gli alberi di ulivo sono stati fortemente colpiti con una perdita considerevole di olive. Analogamente anche Kiwi e altre piante da frutto hanno pagato lo scotto di questa grandinata fuori dall’ordinario.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×