02 marzo 2021

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Don Maurizio D’Assié è riuscito a raccogliere ben 325mila euro per restaurare il santuario della Madonna del Carmine

Il religioso ha raccolto le donazioni necessarie in 5 anni

| Claudia Borsoi |

immagine dell'autore

| Claudia Borsoi |

don Maurizio D’Assié

MIANE – Euro dopo euro la parrocchia è riuscita a raccogliere 235mila euro e a coronare il progetto di ristrutturazione del santuario della Madonna del Carmine. I lavori, partiti nell’estate 2019, sono ora giunti al termine a cinque anni dall’avvio di quella raccolta fondi che ha unito tantissime persone.



Mianesi, trevigiani, gente emigrata all’estero, imprenditori, fedeli e appassionati della natura hanno voluto dare il proprio contributo. Quando alla meta mancavano “solo” 50mila euro, il parroco don Maurizio D’Assié ha coinvolto un suo vecchio amico imprenditore che da tempo abita in Austria e che, alla richiesta di donare 50mila euro, non si è sottratto sorprendendo tutti, parroco incluso. E poi dal Ministero, grazie all’interessamento dell’ex sindaco ora deputata Angela Colmellere, sono arrivati 100mila euro.



Goccia dopo goccia quell’impresa mastodontica per una piccola comunità si è realizzata. E ora concretizzata con un santuario ristrutturato e nuovamente accessibile. La cupola sopra l’altare è tornata a splendere e i tetti ora sono a prova di pioggia. Agli iniziali 235mila euro, grazie ad un contributo destinato a suo tempo alla chiesa parrocchiale, si sono aggiunti ulteriori 90mila euro per potenziare l’intervento. L’investimento finale è stato di 325mila euro, «soldi – precisa il parroco – tutti a disposizione».



Il parroco nel bollettino parrocchiale ringrazia tutti coloro che hanno reso possibile questo intervento. E annuncia prossimi cantieri: «A marzo iniziamo i lavori di sistemazione del campanile di Campea che si trova in una condizione di grave precarietà».




 


| modificato il:

foto dell'autore

Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×