12 luglio 2020

Conegliano

Dissequestrate 40mila mila bottiglie di vino "a marchio contraffatto"

Il Tribunale del riesame ha revocato il provvedimento

|

|

Dissequestrate 40mila mila bottiglie di vino

GODEGA DI SANT'URBANO - Il Tribunale del Riesame di Treviso ha revocato il provvedimento di sequestro di 40mila bottiglie di vino bianco spumante disposte dal Gip, a seguito della denuncia di 'Bottega spa', nei confronti di un'azienda vinicola trevigiana. Lo comunica la stessa azienda, 'Ca' di Rajo e Terre di Rai' di San Polo di Piave, che ha visto accolto il proprio ricorso. "Per i giudici del riesame - afferma in una nota Ca' di Rajo - non c'è stata violazione dei diritti di privativa sui marchi tridimensionali comunitari registrati dalla 'Bottega Spa' per contraddistinguere bottiglie di vino di colore oro e rosa".

 

"I giudici del riesame - prosegue la nota - hanno infatti riconosciuto prive di fondamento le doglianze della querelante, che lamentava la violazione dei propri diritti di privativa sui marchi tridimensionali comunitari registrati", revocando il provvedimento di sequestro delle 40mila bottiglie. Secondo l'azienda, il Riesame ha riconosciuto "che la Cà di Rajo, società della famiglia Cecchetto, già produceva e commercializzava bottiglie di vino colorate in epoca precedente il deposito dei marchi da parte di Bottega, ritenendo che la forma delle bottiglie sia da sempre usuale nel mercato specifico e che, quindi, né la forma di cui ai marchi tridimensionali, né la colorazione delle bottiglie, oro, argento o rosa, abbiano capacità distintiva e idoneità ad indicare la origine e provenienza dei prodotti commercializzati".

 



Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×