24/01/2022foschia

25/01/2022molto nuvoloso

26/01/2022coperto

24 gennaio 2022

Vittorio Veneto

Il destino di traforo e caserme in consiglio comunale

Giovedì seduta pubblica della IV Commissione Territorio

| Claudia Borsoi |

immagine dell'autore

| Claudia Borsoi |

Il destino di traforo e caserme in consiglio comunale

VITTORIO VENETO - Si prospetta una lunga seduta quella del consiglio comunale convocato per lunedì 30 novembre alle 19,30. Dieci i punti all'ordine del giorno, tra questi gli atti di indirizzo per l'attuazione del protocollo d'intesa siglato tra comune, ministero della difesa e agenzia del demanio per la valorizzazione delle aree militari dismesse e quello per la variante di svincolo del traforo di Santa Augusta, con uscita, anzichè in via Virgilio, in via Carso.

 

L'atto di indirizzo per le nuove destinazioni d'uso delle caserme era già all'ordine del giorno del consiglio comunale del 6 ottobre, ma poi il sindaco lo aveva ritirato. Ora la questione ritorna, ma pare che il documento che sarà portato al voto, sempre che qualcosa non cambi nei prossimi giorni, non conterrà la destinazione urbanistica per l'aerocampo di San Giacomo di Veglia, il sito che aveva fatto rinviare a suo tempo la discussione. Ancora manifestazioni di interesse protocollate in comune non ci sono, ma le trattative tra sindaco e interessati sarebbero ancora aperte. «Giovedì - anticipa Alessandro De Bastiani, presidente della IV Commissione Territorio - analizzeremo l'impianto di delibera. La destinazione urbanistica dell'aerocampo rimane un'ipotesi aperta». Il punto sarà infatti trattato nella commissione convocata in seduta pubblica giovedì 26 novembre alle 18 in municipio. Se per gli altri siti militari, caserme e palazzi, le nuove destinazioni urbanistiche sono chiare, diverso invece è per l'aerocampo.

 

Altro punto che animerà il dibattito della seduta di lunedì sarà quello relativo al traforo di Santa Augusta: con l'atto di indirizzo che sarà votato, il consiglio darà mandato al sindaco di attivarsi in tutte le sedi opportune per far sì che l'alternativa all'innesto con via Virgilio possa avere seguito. Nello specifico la maggioranza ha valutata come migliore alternativa tra le tre presentate da Anas quella con innesto raso terra su via Carso (davanti al cimitero di Sant'Andrea). Partecipare Vittorio ha già annunciato il suo voto contrario, mentre la Lega Nord attende di avere alcune risposte in merito. Anche questo punto sarà al centro della IV Commissione di giovedì.

 

Tra i temi poi in discussione in consiglio ci saranno una variazione al programma opere pubbliche 2015-2017, l'approvazione del piano alienazioni per il 2015, l'assestamento al bilancio di previsione 2015, l'istituzione dell'ufficio unico di avvocatura con il comune di Conegliano e l'approvazione del nuovo statuto del Gal Alta Marca Trevigiana. Ci sarà una sola interpellanza a firma di Matteo Saracino sulla partecipazione del comune al bando Sprar (per l'accoglienza di migranti ndr) e un ordine del giorno "sui gravissimi fatti di Parigi del 13 novembre 2015" proposto dai consiglieri Gianantonio Da Re, Bruno Fasan, Giuseppe Maset, Gianluca Posocco e Paolo Santantonio.

 

 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×