05 aprile 2020

Basket

Il derby è della Rucker

La vittoria contro Vicenza conferma il secondo posto

Basket

Rucker Sanve

VICENZA - La Rucker vince il derby veneto a Vicenza.  Nel ricordo di Kobe Bryant, nei primi spiccioli di gara il clima in campo e sugli spalti risulta un po'ovattato e di fatto sta condizionando il ritmo partita.

Poi si comincia a fare sul serio e la mano risulta piuttosto calda da entrambe le parti: 4 bombe realizzate da Vicenza alle quali risponde capitan Rossetto e Preti con altre 3.

Ma la difesa Rucker Sanve lascia troppe linee di penetrazione e, sotto 20 a 12, coach Mian chiama time out, con ancora 2 minuti e mezzo da giocare nel quarto. Si riprende e anche Gatto decide di mettersi a referto proprio dall'arco.

Il parziale si chiude sul 24 a 17 per Vicenza. La mano dei padroni di casa continua ad essere precisa mentre i bianconeri rimangono in scia con 5 su 5 di Preti dalla lunetta. Vicenza risulta decisamente più fallosa ma in attacco va bene al ferro e con buoni risultati. La Rucker Sanve comunque c’è, è tranquilla e dà quasi l’impressione di volersi gestire. A metà del secondo parziale arriva il primo vantaggio ospite sul 33 a 32. In questa fase la difesa bianconera si chiude molto meglio ma le due successive palle perse riportano tutto in parità a 36. Dal time out chiesto da Mian, e appena concluso, si esce piuttosto bene, con Preti da 3 punti e poi ancora Rossetto dall’arco: Vicenza risponde con altra tripla e sembra di essere al festival delle bombe. Si va al riposo lungo sul 41 pari.

Il terzo quarto è decisamente più tirato. Le difese stanno avendo la meglio mentre le conclusioni dalla lunga sporcano le percentuali al tiro. Poi, negli ultimi 3 minuti del parziale, proprio partendo dalla buonissima difesa, la Rucker Sanve costruisce il primo break, portando il vantaggio in doppia cifra. Gli ospiti si ritrovano con merito sopra 59 a 49. Iniziano gli ultimi 10 minuti e la gara è ancora lunga: ma la Rucker Sanve riprende da dove ha lasciato portandosi in breve sul +16, con Gatto che sotto il canestro avversario sta facendo il buono e il cattivo tempo. Subito dopo arrivano 3 palle perse consecutive degli ospiti, figlie di un improvviso calo di attenzione, ma il tabellone indica ancora un +12. La Rucker Sanve tiene duro, anche piuttosto agevolmente, mentre Vicenza sembra essere in debito di ossigeno ma soprattutto dà l’impressione di non crederci. Si chiude con la vittoria della Rucker Sanve 72 a 63.

Altra ottima prova di squadra dove, anche i più giovani, chiamati a prendersi qualche responsabilità in più del solito, dimostrano di saper sfruttare queste occasioni nel modo giusto: si vede chiaramente che di minuto in minuto crescono nella capacità di stare in campo e di affrontare il loro avversario diretto.

Preti si conferma miglior realizzatore della squadra con alcuni canestri di rara bellezza; Gatto con percentuali al tiro da extraterrestre; Rossetto che con difesa e canestri importanti è sempre un esempio; Vedovato che da controllato speciale sotto canestro lotta e realizza; Toniato che con le molle ai piedi e gli artigli nelle mani conquista 10 rimbalzi.
 

 

Tramarossa Vicenza vs Rucker Sanve 63-72

Parziali: 24-17, 17-24, 8-18, 14-13.

Tramarossa Vicenza: Diego Corral 21 (7/13, 2/3), Pietro Montanari 12 (1/5, 2/4), Tommaso Gianesini 9 (3/4, 1/2), Giorgio Galipò 8 (4/6, 0/2), Enrico Crosato 7 (2/3, 1/6), Simone Aromando 4 (2/4, 0/0), Gianmarco Conte 2 (1/4, 0/4), Antonio Brighi 0 (0/1, 0/1), Michael dee Owens 0 (0/0, 0/0), Pietro Sequani 0 (0/0, 0/0), Piergiacomo Rigon 0 (0/0, 0/0), Andrea Costalonga 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 5 / 10 – Rimbalzi: 30 10 + 20 (Diego Corral 8) – Assist: 12 (Giorgio Galipò 7)

Rucker Sanve: Jacopo Preti 20 (4/5, 2/7), Tommaso Gatto 16 (5/5, 2/3), Edoardo Rossetto 12 (3/5, 2/6), Jacopo Vedovato 7 (1/5, 0/0), Giordano Durante 6 (3/6, 0/4), Luca Toniato 4 (2/2, 0/0), Djordje Grgurovic 4 (2/2, 0/0), Federico Tognacci 3 (0/5, 1/1), Gaddiel Akele 0 (0/0, 0/0), Victor Sulina 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 11 / 16 – Rimbalzi: 30 7 + 23 (Luca Toniato 10) – Assist: 11 (Giordano Durante, Luca Toniato 3)

 

Altri Eventi nella categoria Basket

Coronavirus, Towns:
Coronavirus, Towns:

Basket

Coronavirus, Towns: "Mia madre in coma, è durissima"

STATI UNITI - "Mia madre è in coma e respira grazie a un ventilatore". Karl-Anthony Towns, stella dei Minnesota Timberwolves, con un lungo video su Instagram, rivela che i genitori hanno contratto il coronavirus.
 

Coronavirus, stop anche all’NBA
Coronavirus, stop anche all’NBA

Basket

Fermato nella notte, durante il riscaldamento, il match tra Jazz e Thunder per la positività al tampone da parte di un giocatore

Coronavirus, stop anche all’NBA

STATI UNITI - Clamoroso in NBA: la lega di basket si ferma a causa della diffusione del contagio da coronavirus negli Stati Uniti.

Le società Sportive

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×