Dall'auto-raccolta ai bouquet di verdura fresca: benvenuti a Casa Tironi

Idee genuine e agricoltura sincera alle porte di Treviso

| Sara Armellin |

immagine dell'autore

Sara Armellin | commenti |

VILLORBA - La passione e la profonda vocazione per l’agricoltura “fatta bene” è quasi contagiosa a Casa Tironi: traspare con energia dagli occhi azzurri di Paola e dalle parole calibrate e sentite di Gianni Pozzobon, coppia nella vita e nel lavoro. La loro è una storia di scelte di vita importanti e coraggiose, che hanno portato Gianni ad abbandonare il suo lavoro nel settore auto all’età di 46 anni, per dedicarsi a tempo pieno ai 10 ettari di campi di famiglia, dove già affiancava il padre al termine delle giornate in ufficio.

 

Passeggiando tra frutteti, serre e coltivazioni, si capisce bene perché Gianni abbia maturato la decisione di coltivare questa terra: i campi di Casa Tironi sono ordinati e rigogliosi, circondati da siepi e boschi e, a coronamento del quadro bucolico, ospitano un laghetto con la sorgente di acqua purissima del rio Rul, piccolo affluente del fiume Melma che, dopo aver attraversato Carbonera e Silea, si tuffa nel Sile.
 

Tutte le coltivazioni, sia orticole che frutteto, sono condotte secondo il metodo agricolo biologico, certificato regolarmente dalle autorità competenti, con in più la scelta personale di Gianni di evitare totalmente concimi e ammendanti contenti rame: nel negozio si trovano però anche ortaggi e frutta provenienti da altre aziende agricole che utilizzano metodi convenzionali, ma di personale conoscenza della famiglia Pozzobon.

 

A Casa Tironi infatti, le scelte di campo e di bottega sono fatte secondo il principio della salubrità e del buon senso “il cibo che mangiamo è alla base del nostro essere esseri viventi: assumere frutta e verdura prive di qualsiasi sostanza inquinante o tossica deve essere un diritto fondante per tutti, per il bene individuale ma anche collettivo, come atto di amore verso sé stessi e per la salute pubblica. Con le nostre scelte di cibo quotidiano forniamo al nostro corpo motivi per stare bene o stare male: la scelta sta a noi.”

 

Paola è il cuore pulsante del negozio: anche lei ha scelto di dedicarsi a tempo pieno all’azienda agricola dopo anni di ufficio e lo fa con energia e passione contagiosa. Con i clienti, instaura un rapporto di conoscenza e fiducia, basato sull’ascolto delle loro esigenze. Per questo prepara anche verdure già lavate e tagliate “per le mamme che lavorano e non hanno tempo per comporre minestroni freschi” o consegna la spesa a casa “a molti anziani che fanno ancora fatica ad uscire in questo periodo pandemico così difficile”.
 

Accanto a Gianni e Paola, danno una mano i due figli universitari Anna e Gian Marco, che – neanche a dirlo, seguono con cura social e web; il nonno, oltre a un aiuto nei campi, preparare le cassette di legno e altri packaging con materiali di recupero; e si nota la presenza di alcuni ragazzi con disabilità, che danno una mano all’interno dei programmi di inserimento lavorativo di persone con difficoltà condotti dall’USL di Treviso.

Casa Tironi è infatti un’azienda agricola che, oltre a coltivare bene, si ingegna anche nell’essere aperta verso il territorio: è una delle poche realtà che consente l’auto raccolta delle orticole da parte dei clienti. Basta presentarsi al negozio in tenuta sportiva e si può andare di persona nei campi a raccogliere ortaggi e frutta di stagione, con un piccolo sconto, chiaramente. Altra simpatica idea: i bouquet di frutta e verdura freschi che vengono realizzati su ordinazione da Lorenza, bellissimi da vedere e buonissimi da mangiare!

Nel negozio, ricavato dal restauro della barchessa che fungeva da magazzino per la casa agricola di famiglia, oltre alla frutta e alla verdura fresca, troverete anche una piccola ma curata selezione di verdure di quarta gamma già lavate e pronte al consumo, conservate in un frigo verticale; pasta e farina di produzione propria fatte con il farro monococco coltivato in azienda agricola; un delizioso succo di mele biologico; e una piccola e curata selezione di alcuni prodotti da scaffale di altre aziende agricole, come frutta secca, riso, pasta, conserve, miele. Tutto l’occorrente per preparare un pasto sano e fare il pieno di stagionalità genuina!

 

 

 



foto dell'autore

Sara Armellin

 

Agenda

Dello stesso argomento

In collaborazione con:

Con il supporto di:

Scrivi a Treviso a Tavola:

Scrivi alla Redazione Segnala un Evento

Grazie per averci inviato la tua notizia

×