19 ottobre 2021

Italia

Dall'aereo alla metro di Londra: quando il parto è 'estremo'

|

|

Dall'aereo alla metro di Londra: quando il parto è 'estremo'

Partorire in taxi, come è successo alla donna spagnola che a Roma ha dato alla luce una bambina sul sedile posteriore della vettura 'Rovigo 5', non è certo un'esperienza comune. Ma sono molti i 'parti estremi' accaduti soltanto negli ultimi anni in Italia e nel mondo. Spesso infatti sono bimbi e bimbe a decidere quando nascere e non sempre si tratta del momento migliore. Così c'è chi è venuto al mondo sulla metropolitana, in aereo, in crociera e, perché no, anche in un hotel di lusso.

Un caso simile a quanto è successo ieri a Roma era accaduto a febbraio dello scorso anno sempre nella Capitale: in questo caso il bambino non volle aspettare fino alla sala parto e nacque all'ingresso della clinica Mater Dei davanti agli occhi stupiti dei nonni che avevano accompagnato loro figlia in ospedale. C'è anche chi è nato in macchina e ancora prima di aprire gli occhi era già una celebrità del web. E' successo lo scorso luglio in Texas, negli Usa, dove l'eccezionale parto di una donna in auto è stato ripreso e postato su Youtube dal marito della donna mentre guidava cercando di raggiungere in tempo la clinica. Il video in cui si vede la straordinaria nascita di Josiah Pettijohn è diventato campione di visualizzazioni con oltre 7 milioni di visite.

Ma il record per il parto più strano probabilmente se lo è aggiudicato una donna, nel 2008, sorpresa dalle doglie nella metropolitana di Londra dove partorì felicemente una bambina, la prima neonata a nascere nella 'Tube' della capitale britannica dal 1924.

C'è anche chi è venuto al mondo letteralmente fra le nuvole. Lo scorso maggio infatti una 23enne canadese ha dato alla luce una bimba su un volo della Air Canada mentre era in viaggio tra Calgary a Tokyo. A gennaio una donna giordana ha partorito una femminuccia sull'Atlantico durante un volo da New York ad Amman. E' andata meglio a una donna russa che a maggio dello scorso anno ha dato alla luce due gemelli durante un volo sulla Polar Airlines diretto da Zyryanka a Yakutsk, in Siberia. A bordo fortunatamente era presente un medico che ha aiutato la donna di 25 anni a partorire. Ma ancora più sorprendente in quel caso è stata la decisione della compagnia aerea che ha deciso di regalare alle due neonate biglietti aerei gratis per tutta la vita.

Fra i parti originali, c'è anche quello di una donna britannica che nel 2013 ha dato alla luce il proprio figlio in un hotel di lusso di Londra, circondato da ogni comfort. E' capitato a una donna britannica che ha avuto il suo bambino in un albergo a quattro stelle, il Radisson Edwardian Grafton, dopo essere stata allontanata qualche ora prima dal reparto maternità dell'University College Hospital. Per il secondo nome del bambino i genitori hanno scelto 'Reggie', dedicandolo proprio all'hotel, le cui iniziali sono 'Reg'.

Tornando in Italia, era il 2008 quando una 23enne irlandese partorì una bimba mentre si trovava in una crociera intercontinentale, nel bel mezzo di una vacanza nel Mediterraneo. La neo-mamma non si era neppure accorta di essere incinta di nove mesi. Parto meno lussuoso ma sempre 'in viaggio', anche per una donna, che nel 2004 è stata colta dalle doglie mentre si trovava su un treno diretto a Roma. In quell'occasione, ad aiutare la donna ci pensarono due agenti della Polfer che durante un servizio di controllo ad Arezzo si calarono per un giorno nelle vesti di ostetrici.

 



Dello stesso argomento

immagine della news

07/01/2018

Troppa fretta, Alberto nasce in casa

Il lieto evento sabato mattina in un'abitazione di via Hemingway a Monastier: il parto pochi secondi prima dell'arrivo dell'ambulanza

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×