26/02/2024pioggia debole

27/02/2024rovesci di pioggia

28/02/2024pioggia debole

26 febbraio 2024

Cronaca

Dalla fognatura alla bottiglia: birra prodotta con le acqua reflue

“Spumeggianti bionde” prodotte con gli scarichi fognari (debitamente filtrati), per la scarsità di acqua

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

birra

SINGAPORE – Quando l’afa estiva diventa insopportabile, un bel boccale di birra gelata, può rappresentare davvero un piacevole ristoro per tutti, visto che c’è pure la birra analcolica. Quando si pensa quindi ad una birra spumeggiante, i più la associano ad un’immagine positiva e una sensazione piacevole.

Una notizia di questi giorni però potrebbe “guastare” l’immaginario collettivo della birra, che va ricordato essere una delle bevande più antiche ed apprezzate, giacché era diffusa anche nell’antico Egitto: un tempo, addirittura, chi era sorpreso ad annacquarla rischiava la pena di morte.

A Singapore però dove l’acqua scarseggia è emersa l’esigenza di trovare fonti alternative per produrre la birra: da qui l’idea di dare vita ad una bevanda spumeggiante usando le acqua reflue. Si, avete capito, bene: l’acqua proveniente dagli scarichi fognari anche se debitamente depurata e resa nuovamente potabile.

Si chiama NEWBrew la birra prodotta a Singapore e gli esperti assicurano che abbia un retrogusto morbido e tostato, simile al miele. Questa nuova “bionda” viene imbottigliata dal birrificio artigianale Brewerkz che attraverso un complesso sistema di micro-filtraggi, che prevede anche l’uso di raggi ultravioletti per eliminare batteri, virus e ogni sorta di particelle, trasforma le acqua reflue in una gustosa bevanda.
 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

SEGUIMI SU:

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×