24/05/2022parz nuvoloso

25/05/2022pioggia debole e schiarite

26/05/2022parz nuvoloso

24 maggio 2022

Castelfranco

Dagli Stati Uniti a Castelfranco per conoscere i segreti del radicchio variegato

La Culinary Breeding Network, associazione dell'Oregon, è in questi giorni in Veneto per amore del radicchio. Imprescindibile una tappa anche nella Città del Giorgione.

| Leonardo Sernagiotto |

immagine dell'autore

| Leonardo Sernagiotto |

Barbara Grassi con la delegazione di Culinary Breeding Network

CASTELFRANCO - Che il nome di Castelfranco – complice il Giorgione – fosse conosciuto a livello globale, era cosa nota, ma che agricoltori dall’Oregon percorressero 10mila chilometri per scoprire in terra veneta i segreti del radicchio variegato, “il fiore che si mangia” simbolo della città, ha dell’incredibile. Eppure proprio in questi giorni è presente a Castelfranco una delegazione della Culinary Breeding Network, una comunitànata nello stato americano affacciato sull'oceano Pacifico che vuole mettere in contatto e far dialogare agricoltori, chef e consumatori, con lo scopo di migliorare la qualità di ortaggi, frutta e cereali.

Tra le varie attività ci sono anche le esplorazioni culinarie ed è in questo contesto che ha visto l’esordio nel 2021 il progetto “Gusto Italiano project”, nato in collaborazione con diverse aziende del nord-est italiano accumunate – come riportato dal sito dell’associazione – “da un amore reciproco per il radicchio e dal desiderio di consolidarlo ulteriormente come punto di riferimento per la stagione dei prodotti autunnali e invernali nel Nord America, in particolare nel Pacifico nord-occidentale”.

A fare gli onori di casa nella città del Giorgione sono stati l’assessore al turismo, Gianfranco Giovine, e la presidente della Pro Loco, Barbara Grassi, quest’ultima fondamentale nel nell’organizzare l’incontro. La delegazione, guidata dalla giovane orticoltrice trentina Myrtha Zierock (rientrata in Trentino dopo un’esperienza triennale tra Stati Uniti e Canada) e accompagnata dai professori Danilo Gasparini e Daniele Carnio, ha avuto modo di conoscere anche il patrimonio culturale di Castelfranco, dal Duomo al Museo Giorgione.

Commenta l’assessore Gianfranco Giovine: “Quello con Culinary Breeding Network è un rapporto che dura da diversi mesi e che avevamo già avuto modo di apprezzare nel corso della Tavola Rotonda Radici&Radici promossa nel corso dell’ultima edizione della festa del radicchio. Ora abbiamo avuto modo di entrare in contatto diretto con questi operatori - quasi tutte giovani donne - che volentieri abbiamo accolto per conoscere meglio l’ortaggio simbolo della nostra città”.

Aggiunge Barbara Grassi: “La collaborazione con Culinary Breeding Network non si esaurisce qui anzi sono state gettate le basi per confermare la sinergia anche per la prossima edizione della festa del radicchio ,quando la talvolta rotonda avrà come focus Botanica e genetica del radicchio. È una collaborazione in cui crediamo perché rappresenta una interessante occasione di crescita anche per gli operatori locali che si occupano di radicchio”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Leonardo Sernagiotto

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

immagine della news

15/07/2021

Il nostro pianeta, il nostro futuro

Il cambiamento climatico rimodellerà radicalmente la vita sulla Terra nei prossimi decenni. Le condizioni estreme e mortali sono qui per restare e peggioreranno.

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×