18 ottobre 2021

Treviso

Cucciolo di pipistrello, grande quanto una moneta, salvato dal Cras di Treviso

Il piccolo caduto a terra è stato affidato alle cure dei volontari del Centro di recupero animali selvatici

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

cucciolo di pipistrello

Foto del Cras Treviso 

TREVISO - Avevate mai visto un cucciolo di pipistrello? Questo, della misura di una moneta da 2 euro, è appena arrivato al Centro di recupero animali selvatici della Provincia di Treviso che lo hanno subito preso in cura.

Il pipistrellino, appena nato, è caduto a terra ed è stato messo in salvo dai volontari del centro, con sede in via Cal di Breda a Treviso, in questo periodo super indaffarati con i tantissimi cuccioli bisognosi di cure. Giugno e luglio sono i mesi delle nascite per questa specie (ne esistono diverse) e può capitare di trovare i neonati di pipistrello piccolissimi caduti a terra.

Cosa si può fare in questo caso?
“Se doveste trovarvi in questa situazione non esitate a contattare il centro recupero al numero 3204320671 per farvi dare consigli sul primo approccio e soccorso e per valutare poi come procedere”, spiegano dal centro di cura, soccorso e riabilitazione della fauna selvatica.

Nel caso il piccolo fosse sano, tentare di farlo recuperare dalla sua mamma, che, se utilizziamo alcune semplici accortezze e un metodo particolare di posizionamento del piccolo, riesce a riconoscere i richiami del cucciolo e a riprenderlo con se”. E’ molto probabile, infatti, che la notte la mamma lo vada a riprendere. Bisogna però fare le cose in modo adeguato e cercando di garantire la sopravvivenza del piccolo e la buona riuscita del recupero.

“In caso di deperimento, ferite, o situazioni particolari, invece, vi indicheremo se il pipistrellino debba essere portato subito al centro”. In entrambi i casi per fare la cosa migliore per la salute del cucciolo è sempre meglio contattate gli esperti del Cras.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×