22/07/2024poco nuvoloso

23/07/2024pioggia debole e schiarite

24/07/2024pioviggine e schiarite

22 luglio 2024

Cronaca

Cristina investita e uccisa mentre era in kayak

L'imbarcazione, dopo averla investita, si è allontanata senza prestare soccorso

| Carlo De Bastiani |

immagine dell'autore

| Carlo De Bastiani |

Cristina Frazzica

NAPOLI - Era una giornata di sole a Posillipo, Napoli, quando Cristina Frazzica, una giovane turista, ha deciso di godersi il mare in kayak. Quella che doveva essere una tranquilla escursione si è trasformata in una tragedia.

 

Cristina è stata travolta da uno yacht, un impatto devastante che non le ha lasciato scampo. L'imbarcazione, dopo averla investita, si è allontanata senza prestare soccorso.

 

L'incidente è avvenuto nei pressi di Villa Rosebery, una zona frequentata da molti turisti e appassionati di sport acquatici. Secondo le testimonianze raccolte, l'impatto è stato così violento che Cristina è stata sbalzata in mare, perdendo immediatamente conoscenza. Un amico che era con lei ha cercato disperatamente di soccorrerla, ma ogni tentativo è stato vano.

 

Le autorità sono intervenute prontamente, avviando un'inchiesta per identificare il responsabile. Tre barche sono state sequestrate per accertamenti, e grazie a un video amatoriale, è stato possibile individuare lo yacht "pirata". Le immagini mostrano chiaramente l'imbarcazione allontanarsi rapidamente dal luogo dell'incidente, senza fermarsi a prestare aiuto. Non è ancora chiaro se si sia trattato di una fuga o se l'equipaggio non si sia accorto dell'accaduto.

 

Il soccorritore di Cristina, che inizialmente era stato indagato, è stato poi scagionato grazie alle testimonianze e alle prove raccolte. La comunità locale è sconvolta e chiede giustizia per la giovane turista. "Non possiamo permettere che episodi del genere accadano nelle nostre acque," ha dichiarato un residente di Posillipo.

 

Le indagini proseguono e le autorità sono determinate a fare luce su questa tragica vicenda. La famiglia di Cristina, distrutta dal dolore, ha chiesto rispetto per il loro lutto e ha espresso gratitudine per il supporto ricevuto dalla comunità e dalle forze dell'ordine.


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 



foto dell'autore

Carlo De Bastiani

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×