07/12/2021velature lievi

08/12/2021rovesci di pioggia

09/12/2021pioggia debole

07 dicembre 2021

Treviso

Crisi causata dal Covid? In provincia di Treviso hanno aperto 502 nuove imprese

Boom di nuove imprese rispetto al primo semestre 2020, edilizia e attività professionali, scientifiche e tecniche in forte crescita

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

imprese edili

TREVISO - L’artigianato contribuisce alla ripresa della Marca registrando un aumento di nuove imprese nei primi sei mesi di quest’anno. Rispetto alla fine del 2020 si contano 87 nuove imprese in più. Ma il dato è positivo anche prendendo in esame il 2019, anno pre-pandemia, quand si era registrato un meno 123 imprese.

Sono 502 le nuove imprese rispetto al primo semestre 2020, in netta controtendenza rispetto a quanto riscontrato nello stesso periodo di un anno fa quando il bilancio era negativo: meno 339 a Treviso. Il cambio di passo c’è stato da marzo in poi, uscendo da un periodo di sostanziale lockdown.

“I recenti dati sulla demografia d’impresa, aggiornati al 30 giugno 2021, evidenziano una ripartenza dell’attività imprenditoriale nel corso del secondo trimestre dell’anno, come emerso anche dalle dinamiche occupazionali in base ai monitoraggi effettuati da Veneto Lavoro”, riflette Oscar Bernardi, presidente di Confartigianato Imprese Marca Trevigiana, “Un’inversione di tendenza è evidente e fa ben sperare”. La crescita riguarda soprattuto il settore dell’edilizia, che ha beneficiato in larga misura degli incentivi fiscali (+153 imprese, di cui 101 artigiane), e dal correlato incremento delle attività immobiliari (+84) a cui si aggiunge quella di quasi tutti gli altri servizi alle imprese, ma in particolare delle attività professionali, scientifiche e tecniche in forte crescita soprattutto a Treviso (+107).

In provincia di Treviso e il manifatturiero a beneficiare del maggior incremento: più 65, delle quali oltre la meta nel legno-arredo.

A spingere la ripresa dell’artigianato trevigiano, un contributo determinante sono stati i finanziamenti erogati dal Consorzio Veneto Garanzie, l’organismo del credito promosso da Confartigianato. Un dato illustra più di tutti l’evoluzione dell’artigianato trevigiano: a fronte di 18 finanziamenti per un totale di 720 mila euro nel 2020, quest’anno i finanziamenti sono schizzati a 75, per un importo finanziato di 4.370.000 euro.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×