06/02/2023molto nuvoloso

07/02/2023velature lievi

08/02/2023sereno

06 febbraio 2023

Benessere

Covid: Ocse, impatto significativo su salute mentale e fisica dei giovani europei.

| AdnKronos |

| AdnKronos |

Covid: Ocse, impatto significativo su salute mentale e fisica dei giovani europei.

Roma, 5 dic. (Adnkronos Salute) - La pandemia Covid-19 "ha avuto un impatto sulla vita di pressoché tutta la popolazione, a destare particolari preoccupazioni è la salute mentale e fisica dei milioni di giovani europei, i cui anni formativi sono stati contrassegnati da interruzioni delle loro attività sociali ed educative. Molti giovani e bambini hanno inoltre ridotto notevolmente il tempo dedicato all'attività fisica, e hanno mostrato un peggioramento delle loro abitudini alimentari, tanto che in alcuni paesi i dati sembrano indicare un aumento del tasso di sovrappeso e di obesità infantili". Lo ha evidenziato un nuovo rapporto dell'Ocse, l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, che ha esaminato le conseguenze dell'emergenza sanitaria sulla vita degli europei.

"In alcuni paesi europei (Belgio, Estonia, Francia, Svezia e Norvegia), la percentuale di giovani che riferiscono di avere sintomi di depressione è più che raddoppiata durante la pandemia, raggiungendo livelli di prevalenza di almeno due volte superiori a quelli delle fasce di età più avanzata", si legge nel documento.

"La crescente domanda di sostegno alla salute mentale, unita alle interruzioni nella prestazione di assistenza durante la pandemia, ha messo a dura prova i servizi di salute mentale, già precedentemente in difficoltà. Nella primavera del 2021 e in quella del 2022 - evidenzia il report - circa il 50% dei giovani europei ha riferito di avere esigenze di assistenza insoddisfatte in materia di salute mentale. Nonostante molti paesi abbiano attuato alcune misure a tutela e a sostegno della salute mentale dei giovani, l'entità dell'impatto richiede ulteriori azioni per garantire che la pandemia non lasci a questa generazione delle cicatrici permanenti".

 



AdnKronos

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×