22 ottobre 2020

Montebelluna

Il Covid non ferma il prestigioso CombinAzioni Festival

Una settimana di eventi culturali anche per sostenere l’arte e lo spettacolo in questo momento di grande difficoltà

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

CombinAzioni Festival

FOTO: edizione 2019 CombinAzioni Festiva

MONTEBELLUNA – Ovunque gli eventi vengono cancellati per effetto delle rigorose norme volte a scongiurare la diffusione del Covid-19 ma a Montebelluna c’è “un’isola felice” (e sicura) in controtendenza, quella del CombinAzioni Festival che conferma l’edizione 2020. La rassegna proporrà anche quest’anno un ricco programma di eventi dal 18 al 27 settembre che avranno quale filo conduttore il futuro giacché il titolo quanto mai significativo ed attualissimo sarà "Che fine ha fatto il futuro?".

Gli eventi si terranno nei tre comuni di Montebelluna, Trevignano e Volpago del Montello e tra le novità di quest’anno vi è il fatto che ad organizzare l’iniziativa non sarà più Levi Alumni (associazione degli ex-studenti del Liceo Levi) ma la nuova associazione CombinAzioni, emanazione degli ex ragazzi del Levi ma vocata unicamente, e non è poco, al Festival. Naturalmente gli eventi previsti si svolgeranno nel rispetto dei protocolli di sicurezza anti-Covid, privilegiando i luoghi all'aperto e chiedendo al pubblico di prenotare la propria partecipazione.

“L'edizione 2020 vorrà essere un momento in cui, citando l'antropologo indiano Arjun Appadurai che è stato di ispirazione nella costruzione del palinsesto, "chiunque abbia capacità di sperare e sognare o immaginare un futuro ha diritto di accesso" – spiegano in una nota gli organizzatori -. La parola "futuro" sembra essere sparita dal vocabolario del 2020: sono crollati i punti di riferimento, mancano visioni e prospettive. L'arrivo della pandemia può però rappresentare un'occasione per ripensare in maniera radicale al futuro, a un futuro diverso e possibilmente migliore.

Con il consueto approccio trasversale e grazie a una rete regionale di partner tra cui Comuni, scuole, imprese ed enti del terzo settore, il festival mira quindi a coltivare e condividere nuove immagini di futuro, insieme con tante voci di professori e giornalisti, ma anche con artisti che spazieranno dalla danza al teatro, dalla musica al cinema. Un aspetto, quest'ultimo, che l'organizzazione tiene a sottolineare: la categoria degli artisti e delle maestranze dello spettacolo infatti è tra le più colpite dalle conseguenze economiche del lockdown. Proporre teatro, musica, cinema e danza dal vivo nel 2020 significa puntare le luci del palcoscenico su questi lavoratori, sostenendo il fondamentale ruolo degli artisti nella società e il sistema economico che ruota intorno al mondo dello spettacolo”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa
Direttore responsabile

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×