23 aprile 2021

Treviso

Covid nella Marca, il sindacato tuona: "Osano dire che chi si è ammalato ha portato il virus da casa”

Sono 160 i contagiati dell’Ulss 2 tra medici, infermieri e oss

| Maria Elena Tonin |

immagine dell'autore

| Maria Elena Tonin |

Terapia intensiva

TREVISO - I numeri ci sono e sono in evoluzione: 160 dipendenti dell'Uls 2, tra medici, personale infermieristico e Oss, sono a casa in malattia causa Covid. E' il risultato di un dialogo disatteso tra le organizzazioni sindacali e l'Uls 2, che  già quest'estate avevano segnalato alla direzione sanitaria una possibile recrudescenza dei contagi. "C'era tutto il tempo per prepararsi o almeno per non arrivare impreparati" afferma Sara Tommasin di FP CGIL di Treviso "per quanto gli operatori sanitari siano duttili, ci sono delle competenze che non possono essere improvvisate. Parliamo di terapia intensiva e la situazione che si è creata in queste settimane va ad aggiungersi alla già accertata carenza di personale degli ospedali della provincia."



La segnalazione della rappresentante sindacale è amara: "All'inizio solo Vittorio Veneto doveva essere essere un ospedale Covid, poi di fatto lo sono diventati anche Conegliano e Montebelluna. Alcuni reparti sono stati contagiati nettamente più di altri: forse bisognerebbe porsi qualche domanda." Un esempio per tutti: in Medicina2 del Cà Foncello, dove si sono contagiate nel tempo di 2 giorni, 9 sanitari, tra cui due medici. Si può facilmente intuire come possa essere difficile rimpiazzare in questo momento storico chi si ammala in modo così repentino e altrettanto facilmente si può intuire come questo poi si ripercuota nei carichi di lavoro di chi è invece presente. Infine, denuncia la sindacalista, con ancora più amarezza "osano dire che chi si è ammalato, ha portato il virus da casa. Non solo, non è assolutamente vero, ma in questo modo si mette in dubbio la professionalità dei sanitari."



La situazione di disagio della sanità in provincia, era stata segnalata anche con lo sciopero dello scorso 9 dicembre.


 


| modificato il:

foto dell'autore

Maria Elena Tonin

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

immagine della news

19/04/2021

Riaperture, anestesisti: "E' un errore"

"L'economia deve avere la precedenza sulla salute? Lo si dichiari" dice all'Adnkronos Salute Flavia Petrini, presidente della Società italiana di anestesia, analgesia, rianimazione e terapia intensiva

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×