20 gennaio 2021

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Covid: l’ospedale di Valdobbiadene riaprirà a breve

Ospiterà i casi in fine convalescenza, chi ha quindi già superato lo scoglio della terapia intensiva

| Tiziana Benincà |

immagine dell'autore

| Tiziana Benincà |

Covid: l’ospedale di Valdobbiadene riaprirà a breve

FOTO - immagine di repertorio dell'ospedale durante i lavori di ripristino della struttura

VALDOBBIADENE - L’ex ospedale Guicciardini di Valdobbiadene, dopo l’apertura in emergenza di marzo, è nuovamente pronto per fornire assistenza agli ospedali. A differenza della prima ondata del virus, in cui le criticità erano per lo più per i reparti di terapia intensiva, oggi il problema è trovare posti letto per i normali ricoveri dovuti ad altre tipologie di necessità ospedaliere.

A tal scopo si è pensato di ricorrere nuovamente a questa struttura storica di Valdobbiadene, che nel periodo estivo ha visto diversi interventi migliorativi agli impianti da parte dell’Ulss 2. “Arriveranno solo casi leggeri o pazienti che hanno terminato la terapia intensiva, ma necessitano altri giorni di ricovero prima di essere dimessi” così annuncia il Sindaco Luciano Fregonese “ciò significa una maggiore sicurezza rispetto al domicilio, importante anche per quegli anziani che nelle case di riposo risultano positivi, ma non avvertono sintomatologie importanti”.

Il Comune si sta impegnando sia coordinando i presidi dei vigili del fuoco e dei volontari della protezione civile che saranno sempre presenti dall’apertura, sia telefonando ad ex personale sanitario del Guicciardini per reclutare OSS ed infermieri: un’operazione svolta in collaborazione con l’Ente Ipab Istituto di soggiorno per anziani “San Gregorio” e l’Ulss 2, che lo scorso venerdì ha emesso un bando per l’assunzione a tempo determinato di queste figure.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Tiziana Benincà

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×