22 aprile 2021

Treviso

Covid: il 25 febbraio 2020 la prima vittima nella Marca

In un anno in Provincia di Treviso il virus ha contagiato oltre 63mila persone

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

reparto Covid ospedale Treviso

TREVISO - La Provincia di Treviso il 25 febbraio 2020 registrava, all'ospedale Cà Foncello di Treviso, il primo decesso di una paziente positiva al Covid-19.

Luciana Mangiò, 75enne di Paese, è stata la prima vittima del virus che, un anno esatto dopo, sta facendo sentire ancora i sui terribili effetti. Per nulla sconfitto, solo mutato, ma ancora oggi presente. Da allora la pandemia ha colpito tutto e tutti. Gli affetti, il lavoro, le nostre città. Sono passate due ondate e la terza, visti i contagi in aumento, forse in arrivo, anche se tutti ci auguriamo non sai così.

Luciana Mangiò un anno fa era stata ricoverata nel reparto di Geriatria dell’ospedale di Treviso quando le è stato fatto il primo tampone, il primo risultato positivo nella Marca. E lì iniziò l’era del Covid. Con il primo focolaio nel reparto di Geriatria dell’ospedale, poi isolato dal resto dell’ospedale, come una zona rossa, e i tamponi a tutti i contatti della prima vittima. Da allora i tamponi eseguiti dagli operatori dell’Ulss2 sono stati più di mezzo milione. In 365 giorni i contagiati dal Covid nella Marca circa 64mila, dato in continua crescita, e le vittime quasi 1.600.

"A tutti coloro che sono mancati nel corso di questo terribile anno, a tutti i familiari delle vittime va il nostro pensiero - sottolinea il commissario, Francesco Benazzi -. Un doveroso ringraziamento va rivolto agli operatori sanitari, che hanno lavorato e lavorano incessantemente, rinunciando a ferie e riposi e a tutti coloro che, sul territorio, ci hanno supportato con donazioni. Non è ancora finita, purtroppo, ma l'auspicio è di uscirne presto, grazie alla vaccinazione e al rispetto delle regole".

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

immagine della news

19/04/2021

Riaperture, anestesisti: "E' un errore"

"L'economia deve avere la precedenza sulla salute? Lo si dichiari" dice all'Adnkronos Salute Flavia Petrini, presidente della Società italiana di anestesia, analgesia, rianimazione e terapia intensiva

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×