06 aprile 2020

Treviso

Corteo pro Mandela: denunciata attivista Ztl

Secondo la questura corteo non autorizzato, la replica di Ztl

| commenti | (1) |

| commenti | (1) |

Corteo pro Mandela: denunciata attivista Ztl

TREVISO - Dopo il foglio di via emesso dalla questura per l'attivista di Ztl Ruggero Sorci, in riferimento all'occupazione dell'ex caserma Salsa, arriva un'altra denuncia, a carico di Monica Tiengo, una delle esponenti della "Casa dei beni comuni".

 

Motivo della denuncia questa volta la manifestazione del 15 dicembre scorso in memoria di Nelson Mandela, che la Tiengo aveva organizzato dalla stazione dei treni a piazza Borsa, con relative richieste. Ma nonostante l'autorizzazione la Questura le contesta un corteo non autorizzato: terminato il corteo, secondo la polizia, i partecipanti avrebbero ripercorso il tragitto in senso opposto, tornando verso la stazione.

 

A scagliarsi contro questo provvedimento è il Collettivo Ztl che si rivolge direttamente al Questore Tommaso Cacciapaglia: "Ci viene il dubbio che il questore confonda la questura con un circolo di casa Pound o di Forza Nuova", ha addetto Nicola Vendraminetto, portavoce di Ztl. "Treviso è vittima di intimidazioni di bande di estrema destra ma a questi personaggi non succede mai niente e non capiamo il perché".

 

Intanto è confermato il Collettivo ha confermato la presenza al fianco del coordinamento studentesco per il corteo del 25 gennaio, denominato “Etica ed estetica” che avrà come principale scopo quello di cancellare e ripulire il centro della città da svastiche e croci celtiche.

 

Guarda il video

 

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×