05 luglio 2020

Treviso

Corteo antifascista in centro: Ztl brucia i fogli di via

Cancellate scritte e svastiche dai muri della città, il Collettivo protesta sotto la questura

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

Corteo antifascista in centro: Ztl brucia i fogli di via

TREVISO – Circa 200 giovani hanno preso parte al corteo “Etica ed estetica” organizzato dal Coordinamento Studentesco e da Ztl. Una Treviso blindata, sabato pomeriggio, ha accolto i manifestanti che, lungo le vie del centro dalla stazione ferroviaria fino a piazza dei Signori, passando per piazza della Vittoria e piazza Duomo, hanno cancellato con la vernice bianca scritte e simboli neofascisti dai muri della città.

Ad aprire il corteo tre ragazzi vestiti con una tuta bianca e una maschera raffigurante il volto di Ruggero, Simone e Francesco, i tre attivisti di Ztl Wake Up raggiunti dai fogli di via emessi dalla Questura. Per protesta contro i provvedimenti, i manifestanti, una volta arrivati davanti alla Questura in piazza dei Signori, hanno dato strappato e dato alle fiamme i fogli di via chiedendone l'immediata sospensione ed hanno consegnato simbolicamente finti biglietti aerei al questore e al prefetto per " andare a vedere come funziona nelle altre città".

Il corteo, da programma, doveva terminare in piazza dei Signori, invece è tornato indietro fino alla stazione passando per Corso del Popolo. Un percorso non autorizzato, una sfida che Ztl e compagni hanno lanciato al capo della Polizia dopo la denuncia di un membro del Collettivo avvenuta qualche settimana fa: in occasione del corteo in ricordo di Mandela i manifestanti giunti in piazza Borsa, rifecero il percorso a ritroso, percorso che secondo la questura non era autorizzato.

La manifestazione, tenuta sotto stretto controllo dagli uomini della Digos e dai poliziotti in tenuta antisommossa, si è svolta senza scontri.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×